Andrea Biancareddu: “4 milioni per il cinema in Sardegna”.

Oggi il Presidente della Regione Christian Solinas ha presentato il pacchetto di contributi ad organismi pubblici e privati per la produzione di opere cinematografiche in Sardegna e dare impulso allo studio, alla ricerca e alla sperimentazione nell’ambito del cinema e degli audiovisivi: “La Regione riconosce il cinema come mezzo fondamentale di espressione artistica, di formazione culturale, di comunicazione e rilevante strumento di crescita sociale per la ripresa della Sardegna”.

Oltre quattro milioni di euro destinati per il settore, su indicazione dell’assessore alla Cultura, Andrea Biancareddu: “L’emergenza epidemiologica e tutte le misure restrittive che ne sono conseguite – ha voluto sottolineare Biancareddu – hanno fortemente danneggiato il comparto del cinema in tutte le componenti della filiera, dalla produzione alla distribuzione, senza escludere promozione e didattica. Dopo aver attivato diverse interlocuzioni con gli organismi del cinema e dell’audiovisivo che, insieme, hanno manifestato l’esigenza di beneficiare per l’annualità 2020 di misure di sostegno rispondenti al particolare momento di crisi, abbiamo, con il presidente Solinas, predisposto un programma di spesa più confacente alle esigenze del comparto”.

LEGGI ANCHE:  I giovani del Mezzogiorno: la fotografia dell'Istat: "Progressivo impoverimento demografico".

Pertanto, nel rispetto delle percentuali previste dalla normativa di legge, è stato destinato il 64,5 per cento dello stanziamento complessivo per un importo pari a 2 milioni e 595 mila euro per Sviluppo della sceneggiatura, produzione di cortometraggi, di lungometraggi e diffusione e distribuzione.

Alla Fondazione Sardegna Film Commission e per la Commissione tecnico artistica, sono stati destinati 519 mila euro. Il restante 34,5% pari ad un milione e 428 mila euro è rivolto ad interventi di promozione della cultura cinematografica, come Festival, Rassegne, Premi, Circuiti, nuovi interventi ed Esercizio cinematografico. Per la didattica del cinema (contributi a scuole e università) stanziati 198 mila euro e per gli studi e ricerche sul cinema e l’audiovisivo altri 140 mila euro. La proposta di programmazione delle risorse per il 2020, nel rispetto delle percentuali stabilite dalla legge, risente della particolare contingenza e, in qualche misura, si discosta dalle programmazioni degli anni precedenti.

LEGGI ANCHE:  The Jazz Club Network: giovedì sul palco i FunKlives.

Per dare risposte a tutta la filiera del cinema, gravemente colpita dalle misure restrittive dovute all’epidemia da Covid-19 è stato aumentato fino a 190 mila euro (a fronte dello stanziamento degli anni precedenti che si attestava intorno a 90 mila) delle risorse destinate alle persone fisiche per la realizzazione di cortometraggi, tenuto conto che il bando annuale per tale intervento vede un numero considerevole di partecipanti. Inoltre è previsto per il 2020 un finanziamento di 300 mila destinato all’esercizio cinematografico per la promozione del cinema e per incoraggiare l’afflusso di pubblico. Le sale cinematografiche, com’è noto, costituiscono una componente della filiera che ha subito considerevoli perdite a causa delle misure restrittive e, in tal senso, l’assessore, ritiene, stante l’importante ruolo di veicolo di diffusione del cinema e dei suoi prodotti, debbano essere incoraggiate nella ripresa.

LEGGI ANCHE:  Teatro Lirico di Cagliari: Giovanni Bietti presenta Ernani di Giuseppe Verdi.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.