Agricoltura. 1,3 milioni per il comparto ippico ed equestre.

È stato pubblicato, come previsto dalla legge regionale 22 del 23 luglio 2020, il bando per la concessione di aiuti a favore del comparto ippico ed equestre, colpito dal blocco delle attività nei mesi della chiusura a causa dell’emergenza Covid-19, come ricordato dall’assessora regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia: “Gli operatori hanno dovuto comunque far fronte alle spese per il mantenimento e il benessere dei cavalli che avevano in allenamento”.

I benefici, relativi ai mesi di marzo e aprile 2020, sono rivolti ai proprietari o ai detentori di cavalli per gli importi massimi per ciascuna mensilità di 480 euro a cavallo da corsa, 340 euro a cavallo per i soggetti impegnati nelle discipline sportive (salto ostacoli, endurance, completo, dressage) e 240 euro a cavallo per i puledri.

LEGGI ANCHE:  Covid in Sardegna: in aumento i ricoveri.

“Per i circoli ippici, le associazioni sportive dilettantistiche affiliate alla Fise o ad altri enti di promozione sportiva, comunque riconosciuti dal Coni, presenti in Sardegna, è stata riconosciuta un’indennità massima di 3.000 euro per il 2020”, aggiunte l’esponente della Giunta Solinas.

Le domande potranno essere presentate dal 1° dicembre al 31 dicembre del 2020. L’istruttoria delle domande, fanno sapere dall’assessorato, sarà affidata all’Agenzia Agris.