6 punti in due gare. Inizia bene il 2022 per il Cagliari di Mazzarri.

Vittoria casalinga alla Unipol Domus per il Cagliari di Mazzari, conquistata in rimonta dopo il vantaggio dei Felsinei realizzato da Orsolini al 54′ e riequlibrata prima con Pavoletti e poi chiusa al 93′ da Gaston Pereiro.

Partita iniziata con la stessa formazione scesa in campo contro la Sampdoria: Cragno tra i pali, Altare, Lovato e Carboni in difesa, Marin, Grassi e Deiola, con Bellanova e Lykogiannis a centrocampo e terminali offensivi Joao Pedro e Pavoletti.  

Cagliari vicino al vantaggio con Bellanova che colpisce un palo clamoroso. La gara si accende ed entrambe le squadre non rinunciano mai ad attaccare, dando vita a una gara intensa e divertente. Al 28’ nuovamente Cagliari pericoloso con Grassi. Pulito l’intervento di Skorupski in presa bassa.  

Si va al riposo sullo 0-0. Al 54’ il Bologna passa in vantaggio con Orsolini su calcio di punizione.

LEGGI ANCHE:  Oristano città dello Sport. I grandi campioni italiani alla cerimonia di chiusura

Subito lo svantaggio, Mazzarri lancia nella mischia Dalbert e Gaston Pereiro per Lykogiannis e Deiola. È proprio Gaston Pereiro a lanciare in profondità Bellanova al 63’, sul rasoterra del numero 12 rossoblù non ci arriva nessuno. I padroni di casa continuano a spingere e al 68’ Marin calcia alto dalla trequarti.  

Al 71’ il Cagliari trova il pareggio con Pavoletti: rimessa laterale battuta in area da Dalbert, rimpallo sul mancino di Gaston Pereiro, cross basso dell’urugayano e tap-in vincente di Pavoletti.

Nel finale, in pieno recupero, Gaston Pereiro infila Skorupski sul suo palo, regalando la seconda vittoria consecutiva al Cagliari di Mazzarri.

Palpabile la delusione del tecnico Sinisa Mihajlovic nel post partita: “Negli ultimi 20’ siamo calati fisicamente ma è normale, sapevamo che avremmo sofferto. La condizione era quella che era, fra crampi e poca lucidità nel gestire la palla abbiamo preso due gol, un vero peccato perché almeno il pareggio si poteva portare a casa. I ragazzi finché han potuto hanno fatto quel che dovevano, anche sull’1-1 si poteva tornare in vantaggio ma abbiamo colpito il palo. Non dimentichiamo che veniamo da giorni di allenamenti chiusi in casa, non avevamo cambi e nel finale era normale il Cagliari ci portasse là dietro. Mi dispiace aver giocato oggi, non si doveva giocare, ma le regole sono così. Si poteva fare domani questa partita ma il Cagliari non ha accettato. Si vedrà alla fine, la ruota gira. Orso oggi ha segnato un gol splendido, ma tutti per 70’ hanno fatto molto bene”.

LEGGI ANCHE:  2 partite, 6 punti. La 'cura' Semplici funziona.

Cagliari-Bologna 2-1

Cagliari (3-5-2): Cragno; Altare, Lovato, Carboni; Bellanova, Grassi, Marin, Deiola (63′ Pereiro), Lykogiannis (58′ Dalbert); Joao Pedro, Pavoletti (79′ Zappa). A disposizione:Aresti, Radunovic, Gagliano, Obert, Ladinetti. Allenatore: Mazzarri.

Bologna ( 3-5-2): Skorupski; Bonifazi (65′ De Silvestri), Binks, Theate; Skov Olsen, Soriano, Dominguez (90’+3′ Viola), Svanberg, Dijks; Orsolini (88′ Falcinelli), Arnautovic. A disposizione: Bardi, Bagnolini, Van Hooijdonk, Stivanello, Pyyhtia, Pagliuca, Cangiano. Allenatore: Mihajlovic.

Arbitro: Ghersini.

Marcatori: 54′ Orsolini, 70′ Pavoletti, 93′ Pereiro.

Ammoniti: Theate, De Silvestri (B), Altare, Carboni, Deiola (C).

foto Cagliari Calcio/Valerio Spano