Un altra proroga per le misure di sostegno commerciale dell’UE per l’Ucraina.

La sospensione dei dazi all’importazione e delle quote sulle esportazioni ucraine verso l’Unione europea è stata prorogata di un altro anno, fino al 5 giugno 2025. Si continua, quindi, con la conferma – nonostante gli importanti gap di democrazia del Paese – delle cosiddette misure commerciali autonome (ATM), che confermeranno l’accesso ucraino al mercato dell’UE.

Le misure, fanno sapere dall’Esecutivo von der Leyen, contengono un meccanismo di salvaguardia rafforzato per alcune derrate alimentari, come uova, pollame, zucchero, avena, mais, semole e miele.

Una proroga, secondo il Vicepresidente esecutivo e Commissario per il Commercio, Valdis Dombrovskis che arriva in un momento cruciale, proprio mentre il Paese è alle prese con un nuovo assalto militare: “Queste misure ATM non sono solo un gesto di solidarietà e stabilità: sono un’ancora di salvezza economica. Allo stesso tempo, ora includono tutele più forti per i settori agricoli sensibili dell’UE, rispondendo alle legittime preoccupazioni espresse dai nostri agricoltori e dagli Stati membri. Abbiamo raggiunto il giusto equilibrio, mentre continuiamo a lavorare per trovare soluzioni a lungo termine nell’ambito dell’accordo di associazione UE-Ucraina”.

LEGGI ANCHE:  Sicurezza stradale: nel 2021 vittime sotto i livelli pre-pandemia.

foto ElasticComputeFarm da Pixabay.com