Ucraina: luce verde dal Consiglio dell’UE al fondo da 1,2 miliardi di euro.

Gli ambasciatori presso l’UE hanno approvato la proposta della Commissione per il finanziamento di un fondo di assistenza per l’Ucraina pari a 1,2 miliardi di euro. Dopo il sì della Commissione e del Consiglio dell’UE adesso il testo dovrà essere adottato dal Parlamento europeo e dal Consiglio prima di poter entrare in vigore.

Le attuali tensioni geopolitiche, ricordano dal Consiglio dell’UE, “stanno avendo ripercussioni negative sulla stabilità economica e finanziaria dell’Ucraina. Le persistenti minacce alla sicurezza hanno già determinato un consistente deflusso di capitali” e ancora che “l’Ucraina sta perdendo l’accesso ai mercati internazionali dei capitali a causa dell’accentuata incertezza geopolitica e del conseguente impatto sulla situazione economica”.

Il sostegno, erogato sotto forma di prestito, avrà una durata di 12 mesi e dovrebbe essere erogato in due diverse fasi.

LEGGI ANCHE:  Gioventù. ESC, Covid e mobilità tra i temi del prossimo meeting dei ministri della Gioventù in UE.

Guardando allo storico del rapporto tra le due istituzioni, in passato l’UE ha già adottato tale strumento a sostegno dell’economia dell’Ucraina, come dimostrato dall’assegnazione di circa 5 miliardi di euro tra il 2014 e il 2021.