Ucraina: il Parlamento approva prestito di 5 miliardi di euro.

Giovedì, il Parlamento europeo ha approvato – con 534 voti favorevoli, 30 contrari e 26 astensioni – un prestito macrofinanziario da 5 miliardi di euro per aiutare l’Ucraina a coprire il grave fabbisogno finanziario causato dall’invasione russa.

L’importo fa parte della seconda e più consistente tranche di un pacchetto di sostegno UE di 9 miliardi di euro. Una prima tranche, pari a 1 miliardo di euro, è stata già erogata.

Il fabbisogno dell’Ucraina di finanziamenti esterni è cresciuto rapidamente a causa dell’invasione russa e degli enormi danni a strade, ponti, fabbriche, case, ospedali e alle altre infrastrutture.

Secondo il Fondo Monetario Internazionale (FMI), dopo gli impegni bilaterali e multilaterali di sostegno finanziario rimane un deficit di finanziamento residuo di 10 miliardi di dollari (9,8 miliardi di euro). Nel testo approvato dai deputati, si afferma che lo svincolo eccezionale di una quota ingente del prestito residuo “permetterebbe un ulteriore e significativo sostegno e contribuirebbe a colmare parzialmente questa carenza”. Inoltre, il prestito dell’UE contribuirebbe “alla sostenibilità del debito pubblico dell’Ucraina” e “alla capacità del paese di rimborsare i suoi obblighi finanziari”.

LEGGI ANCHE:  Дезинформация за ваксините срещу COVID-19 и влиянието й върху младите в България.

L’assistenza macrofinanziaria è una risorsa di emergenza, fornita a condizioni molto favorevoli, per i Paesi del vicinato UE che faticano a coprire i loro costi. Qualora l’intero pacchetto venisse confermato, l’importo totale dei prestiti agevolati concessi dall’UE all’Ucraina dall’inizio della guerra potrebbe superare i 10 miliardi di euro.

La misura si applicherà il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

foto Daina Le Lardic Copyright: ©European Parliament