Ucraina, Biden firma la legge sui prestiti militari.

Il Presidente degli Stati Uniti d’America Joe Biden ha firmato una nuova legge sul prestito e sulla locazione degli equipaggiamenti militari statunitensi all’estero, l’Ukraine Democracy Defense Lend-Lease Act.

L’atto autorizza l’amministrazione, durante l’anno fiscale 2023, a prestare o noleggiare attrezzature militari all’Ucraina e ad altri Paesi dell’Europa orientale. L’atto – spiegano dal Pentagono – esonererebbe l’amministrazione da alcune disposizioni di legge che regolano il prestito o la locazione di equipaggiamento militare all’estero, come il limite di cinque anni alla durata del prestito.

Tale atto potrebbe aumentare gli importi depositati in tesoreria qualora l’amministrazione presti o noleggi attrezzature che altrimenti non avrebbe fornito ai sensi della normativa vigente.  

LEGGI ANCHE:  Ancora armi all'Ucraina: altri 400 milioni di dollari dagli USA.

Secondo le disposizioni statunitensi, i pagamenti ricevuti in leasing con l’estero sono depositati presso il Dipartimento del Tesoro come incassi vari e sono classificati come spese dirette.  

Al contrario, tali depositi diminuirebbero se l’amministrazione prestasse o nolesse attrezzature a un costo ridotto ai sensi della legge rispetto agli importi che altrimenti avrebbe addebitato in base alle sue autorità esistenti. 

Non è la prima volta che gli Stati Uniti si affidano al Lend-lease. Già durante la seconda guerra mondiale furono spedite forniture per un totale di 50,1 miliardi di dollari, equivalenti a $ 690 miliardi del 2020 ($ 31,4 miliardi al Regno Unito, $ 3,2 miliardi alla Francia, $ 1,6 miliardi alla Cina, $ 11,3 miliardi all’Unione Sovietica e i restanti $ 2,6 miliardi ad altri alleati).

LEGGI ANCHE:  Lotta al razzismo, Parlamento europeo: "Stop segregazione nelle scuole e xenofobia nei media".

Copyright European Union