Turismo: aumentano le prenotazioni nelle strutture Ue.

Nel primo trimestre del 2024 i pernottamenti nelle strutture ricettive turistiche in tutta l’ UE sono stati 452,6 milioni , segnando un aumento del 7% rispetto allo stesso trimestre del 2023. Gennaio ha registrato 133,9 milioni di pernottamenti (+3% rispetto a gennaio 2023), febbraio 149,2 milioni (+6%) e marzo 169,5 milioni (+9%).

I visitatori stranieri, secondo l’Eurostat, hanno rappresentato circa il 45% di tutti i pernottamenti nei primi tre mesi del 2024, con grandi differenze tra i paesi dell’UE. La quota maggiore di pernottamenti stranieri all’inizio dell’anno è stata registrata a Malta (91%), Cipro (87%), Lussemburgo (82%) e Austria (78%).

Al contrario, gli ospiti stranieri hanno rappresentato solo un quinto dei pernottamenti in Polonia, Romania e Germania (rispettivamente 19%, 20% e 20%).

LEGGI ANCHE:  Sanzioni UE e oligarchi russi: in 21 Stati membri sequestrato solo il 10% dei beni.

Nel primo trimestre del 2024 l’aumento dei pernottamenti dei visitatori stranieri (+11% rispetto al primo trimestre del 2023) è stato molto più pronunciato dell’aumento dei pernottamenti nazionali (+4%). Gli incrementi maggiori nei pernottamenti dei visitatori stranieri si sono registrati a Cipro (+23%), Croazia (+22%), Malta e Lussemburgo (entrambi +21%). All’estremità opposta della gamma, gli aumenti più contenuti sono stati registrati in Lituania, Polonia e Grecia (tutti +3%).