Trasporto pubblico scolastico, Laura Caddeo: “Potenziare linee e frequenze”.

Nonostante l’incremento di circa due milioni sembra essere cambiato poco per il trasporto pubblico scolastico nell’Isola secondo la consigliera regionale dei Progressisti Laura Caddeo: “Le segnalazioni, che arrivano da ovunque ma soprattutto dai territori interni e dalle zone lontane dalle aree metropolitane raccontano di viaggi e spostamenti in cui i ragazzi non possono mantenere le distanze di sicurezza, che sono ancora fondamentali, e sono spesso costretti a stare ammassati in alcuni casi persino in piedi nei bus che effettuano il servizio extraurbano”.

Da qui la necessità di procedere con tempestività al potenziamento delle linee e delle frequenze del servizio: “Pensiamo sia necessario – prosegue Laura Caddeo – che il presidente della Regione e l’assessore ai Trasporti procedano velocemente all’adeguamento dell’offerta del trasporto pubblico locale attraverso il potenziamento delle linee e delle frequenze. Serve un monitoraggio costante sull’efficienza e sull’adeguatezza dei trasporti, per garantire un servizio in sicurezza per gli studenti pendolari, anche con aumento delle corse, e servono soluzioni organizzative in grado di scongiurare la penalizzazione degli studenti che vivono nelle aree interne o in Comuni lontani dalle aree metropolitane anche per ridurre il rischio di una ripresa dei contagi: se necessario si potrebbero utilizzare anche mezzi di trasporto privati aggiuntivi”.

LEGGI ANCHE:  Gallura, Li Gioi: "La riforma sanitaria è un bluff".

foto Sardegnagol riproduzione riservata