Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Trasferimento migranti a Tonara. Escalation di polemiche. - Sardegnagol

Trasferimento migranti a Tonara. Escalation di polemiche.

Oggi il Governatore Christian Solinas è intervenuto sulla vicenda dei migranti algerini, ospiti del centro di accoglienza di Monastir, al centro di non poche polemiche da parte degli amministratori locali e dei cittadini monastiresi: “La sicurezza dei cittadini e la tutela della salute pubblica rappresentano diritti fondamentali che non possono essere messi a rischio da scelte inefficaci che non producono nessun beneficio per la popolazione. Ci saremo, piuttosto, aspettati da parte del Governo l’attuazione di rigorosi controlli per evitare gli sbarchi irregolari e non vanificare i risultati ottenuti in Sardegna nella lotta al virus”.

Migranti oggi trasferiti su disposizione della Prefettura di Cagliari, in un’altra struttura a Tonara nel Nuorese. “Attraverso questa decisione – ha proseguito il Presidente Solinas – c’è il pericolo concreto che il virus possa essere diffuso anche all’interno dell’Isola, siamo fortemente contrari al trasferimento dei migranti positivi in giro per la Sardegna: queste persone che non scappano da nessuna guerra devono essere rimpatriate immediatamente”.

LEGGI ANCHE:  Piano casa, Progressisti: "Fibrillazioni interne alla maggioranza".

Il trasferimento ha registrato anche l’intervento del consigliere regionale della Lega Pierluigi Saiu, per il quale bisogna fermare gli sbarchi non ridistribuire i migranti: “La difficile situazione del Cpa di Monastir non si risolve distribuendo i migranti irregolari in altri centri dell’Isola, ma bloccando gli sbarchi con fermezza e coraggio”.

“Nelle ultime settimane – ha proseguito l’esponente della Lega – il numero degli sbarchi in Sardegna è aumentato in maniera preoccupante. A livello nazionale si è registrato un incremento del 150% rispetto allo scorso anno. Il Governo nazionale – ha sottolineato Saiu – non è stato in grado di mettere in campo adeguate misure di contenimento e il problema dei Cpa al collasso non si risolve, di certo, distribuendo i migranti sul territorio dell’Isola. Bisogna bloccare i flussi. Siamo di colpo tornati ai tempi che hanno preceduto l’arrivo di Matteo Salvini al Ministero dell’Interno, peggiorato anche dall’emergenza sanitaria legata al Covid19″.

LEGGI ANCHE:  Edilizia scolastica, siglato Protocollo Istruzione-Enti locali-Sindacati.

“Questo governo – ha ribadito il consigliere regionale della Lega – è incapace di difendere i confini italiani e ricomincia a riempire i Cpa con nuovi migranti, con tutte le conseguenze che conosciamo. Nella struttura di Tonara – ha concluso Saiu – deve essere assicurata la massima sorveglianza sanitaria e, visto quello che è successo a Monastir, anche un controllo strettissimo da parte delle forze dell’ordine”.

Foto Sardegnagol, riproduzione riservata.