Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Supercoppa: Dinamo, buona la prima! - Sardegnagol

Supercoppa: Dinamo, buona la prima!

La Dinamo Banco di Sardegna si impone nella prima sfida del gruppo B di Supercoppa sulla Vanoli Cremona. Gli uomini di coach Cavina, dopo un avvio contratto da parte delle due squadre, si portano avanti in doppia cifra condotti da Mekowulu e Logan. I lombardi però si riportano a contatto e mettono la testa avanti con Poeta. Nell’ultima frazione i giganti scrivono il +11 e gestiscono il vantaggio mettendo in cassaforte la vittoria per 83-74: la Dinamo è tornata!

Coach Demis Cavina manda in campo Clemmons, Burnell, Bendzius, Mekowulu, Gentile, Cremona risponde con Sanogo, Pecchia, Spagnolo, Tinkle e Curnooh. Avvio contratto per entrambe le squadre, i primi due punti arrivano dopo 2’ con Sanogo per Cremona. Mekowulu infila i primi due canestri dei padroni di casa, mentre Cremona prova a scappare via con Cournooh e Pecchia. Cambi in casa Dinamo: entra in campo David Logan e l’applauso del pubblico fa tremare il Palazzetto, insieme a lui anche Battle. È l’americano a sbloccare la Dinamo dall’arco, lo segue Bendzius che scrive il 9 pari. Gli uomini di coach Cavina sollevano i giri e piazzano un break di 12-0.

Dopo 10’ è 23-15. Poeta accorcia in avvio di secondo quarto, minibreak di Mekowulu ormai a quota 8 punti e 6 rimbalzi. I padroni di casa si portano sul +10, controbreak lombardo di 11-0 con Trinkle, Cournooh e Agbamu e la Vanoli si riporta a un -1 con Poeta in lunetta. Logan ferma l’emorragia, alla seconda sirena il tabellone dice 36-32. Al rientro dall’intervallo lungo è punto a punto con Cremona resta a contatto: Battle apre il parziale sassarese con 5 punti di fila, la bomba di Logan ormai a quota 16 punti dice 52-42. Reazione della Vanoli che piazza il controbreak con Tinkle ed è uno stoico Peppe Poeta a firmare il sorpasso. La tripla di Benji però chiude la terza frazione 55-53. I due ex Treviso aprono l’ultimo quarto, break biancoblu 10-2: la schiacciata di Battle in contropiede sigla il nuovo +10 del Banco (65-55). Cournooh punisce dai 6.75, risponde Stefano Gentile che scrive il massimo vantaggio +11. Poeta bombarda da oltre l’arco, Battle infila il dodicesimo punto personale. La Dinamo gestisce il vantaggio, c’è anche la tripla del capitano Devecchi al rientro dall’infortunio con l’esultanza del pubblico: buona la prima al PalaSerradimigni, finisce 83-74.

“Chiaramente – ha ricordato David Logan al termine dell’incontro – è la prima partita della stagione, noi eravamo contratti e un po’ nervosi, abbiamo faticato soprattutto all’inizio ma ci siamo, abbiamo dimostrato di esserci e sono sicuro che saremo meglio di così”. Nel post gara ha commentato il primo risultato positivo anche coach Demis Cavina: “Nei primi due quarti onestamente abbiamo giocato quindici palle perse commettendo anche errori banali ma ci sta. La nostra è una squadra giovane, non è un caso che il migliore in campo sia il più esperto e parlo di David Logan. La nostra prestazione non è stata buona dal punto di vista tecnico-tattico ma ci teniamo la vittoria e il fatto che siamo riusciti a rompere il ghiaccio, senza dimenticare che questo match ci ha dato degli spunti, come tutte le partite di campionato, per poter lavorare sui nostri errori”.

Dinamo Banco di Sardegna – Vanoli Cremona 83-74

Parziali: 23-15; 13-17; 19-21; 29-21.

Progressivi: 23-15; 36-32; 55-53; 83-74.

Dinamo. Logan 21, Clemmons 7, Gandini, Devecchi 3, Treier 2, Chessa, Burnell 7, Bendzius 12, Mekowulu 15, Gentile 4, Battle 12, Borra . All. Demis Cavina.

Assist: Burnell, Battle e Bendzius (4) –  Rimbalzi: Mekowulu (9).

Cremona.  Agbamu 4, Zacchigna 2, Sanogo 11, Gallo 6, Pecchia 4, Poeta 17, Spagnolo 3, Vecchiola, Errica 6, Tinkle 14, Cournooh 7. All. Paolo Galbiati.

Assist: Spagnolo (4) –  Rimbalzi: Agbamu (6).

foto Luigi Canu commons wikimedia