Cagliari calcio foto cagliaricalcio.comLa Primavera incamera il terzo successo consecutivo, mette nel carniere 10 punti in 4 partite e vede accrescere ulteriormente la propria consapevolezza. Sassuolo battuto 4-2 ad Asseminello, davanti al Direttore generale Mario Passetti e al Responsabile del Settore giovanile Pierluigi Carta, con tre reti realizzate in un secondo tempo di enorme personalità.

Max Canzi, al termine della gara, esterna la sua soddisfazione analizzando il match: "Abbiamo faticato contro una squadra che mi aspettavo aggressiva, il Sassuolo ha fisicità e qualità dalla metà campo in avanti. Non siamo stati brillantissimi, sbagliando parecchio e perdendo diversi duelli. Nell'intervallo ho cercato di dare fiducia, chiedendo di rimanere tranquilli. Non siamo imbattibili, non siamo extraterrestri, ma siamo una squadra vera che sa giocare bene".


Al termine dell'incontro il tecnico della Primavera ha puntualizzato su alcuni errori della squadra: "Noi per filosofia vogliamo giocare dal basso, quando adotti questa mentalità nel corso di un campionato metti in preventivo anche di prendere qualche gol uscendo dalla tua difesa. Abbiamo sbagliato qualcosa a livello tecnico, ma non posso dire nulla ai ragazzi se cercano di costruire perseguendo fino in fondo il nostro credo".

Elogi per tutta la squadra e, in particolare, per Manca e Cancellieri: "Nessuno si è astenuto dalla lotta, si è visto un grande atteggiamento anche quando le cose non ci riuscivano. Con il passare dei minuti ci siamo organizzati meglio e abbiamo tirato fuori una prestazione piena di contenuti tecnici, tattici e agonistici. Manca ha fatto molto bene al di là della doppietta, Cancellieri si è dimostrato all'altezza, in extremis abbiamo convocato Masala a causa della defezione di Contini".