Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Sport, turismo e sviluppo. Al via la VI edizione della BJJ Summer Week. - Sardegnagol

Sport, turismo e sviluppo. Al via la VI edizione della BJJ Summer Week.

Arriveranno da 48 Paesi di tutto il mondo gli oltre cinquecento atleti che dal 15 al 19 settembre 2021 saranno impegnati nella VI edizione della BJJ Summer Week, competizione organizzata dall’Associazione S’Animu, con la collaborazione della Regione Sardegna e del Comune di Cagliari, dove oggi, nella Sala del Retablo, è stato presentato l’ampio programma di attività che vedrà la città protagonista della ‘pacifica invasione’ dei jiujiteri internazionali.

Ad entrare nel vivo della manifestazione è stato Emanuele Frongia dell’Associazione S’Animu: “Solo con grande passione si possono organizzare appuntamenti internazionali, capaci di portare a Cagliari oltre cinquecento atleti da quarantotto Paesi diversi, che, unitamente ad accompagnatori e famiglie, assicureranno alla nostra città una notevole ricaduta economica. Negli ultimi anni – prosegue – siamo cresciuti tantissimo e i maggiori organizzatori di eventi a livello internazionale stanno verificando la possibilità di portare a Cagliari una tappa del mondiale di Brizilan Jiu Jitsu. Una possibilità che qui da noi oltre permetterebbe di coinvolgere oltre duemila atleti/e. Segno evidente che la città sta crescendo sotto il profilo dell’offerta turistica e sportiva”.

“Queste iniziative rendono la città un luogo dinamico e più interessante. Una dimostrazione – spiega il primo cittadino Paolo Truzzu – della capacità degli organizzatori e della qualità dell’amministrazione. Stiamo lavorando per far sì che la città di Cagliari si identifichi sempre di più come capitale dello sport, un luogo ideale per eventi internazionali e per alimentare un sistema economico virtuoso. Un modo intelligente per far crescere la città e promuoverla all’esterno. La nostra amministrazione – ha proseguito il sindaco – sta investendo ingenti risorse nello sport, come dimostrano i 4 milioni stanziati per il complesso di Monte Mixi”.

Un evento internazionale inserito all’interno di un ricco cartellone sportivo che, negli ultimi mesi, ha visto Cagliari come luogo privilegiato dello sport mondiale: “Sono in arrivo – ha concluso il Sindaco Truzzu – i mondiali under 21 di pallavolo, il mondiale di motonautica, una competizione di beach volley con le dieci coppie più forti al mondo, gare di nuoto e canoa”.

La settimana dedicata al Brazilian Jiu Jitsu si aprirà il 14 settembre con le verifiche del peso per poi proseguire dal giorno successivo con gli incontri. E tra un match e l’altro sono già state programmate escursioni, seminari tecnici, visite guidate e appuntamenti eno-gastronomici per far conoscere la città di Cagliari e la cultura sarda. Veri e propri leit motiv sui quali si baseranno alcuni momenti della settimana, come l’inaugurazione al Lido Mediterraneo che vedrà la partecipazione del coro di Sinnai, le escursioni con guide nel parco di Tuvixeddu, nel promontorio della Sella del Diavolo, al Mercato di San Benedetto e le puntate fuori porta a Chia e Mamoiada. Il tutto, confermano gli organizzatori, sotto il comune denominatore del rispetto dell’ambiente: “Puntiamo al rispetto dell’ambiente e tutti i nostri partner utilizzeranno materiali e servizi green, a partire dall’ampio utilizzo dei mezzi pubblici da parte dei nostri ospiti”.

Alessandro Sorgia, foto Sardegnagol riproduzione riservata
Alessandro Sorgia, foto Sardegnagol riproduzione riservata

“La nostra amministrazione ha investito 10mila euro nell’iniziativa e prevediamo un grandissimo ritorno per la nostra città, sia in termini di immagine che di spesa – ha ricordato l’assessore Alessandro Sorgia – Eventi di questa caratura permettono di dare respiro alle nostre attività commerciali, produttive e turistiche che da quasi due anni sono in sofferenza e, ancora, permettono di realizzare un intervento di turismo integrato, dove convivono in sinergia aspetti legati all’ambiente, alla cultura e allo sport”.

L’evento, hanno evidenziato gli organizzatori al termine della presentazione, rispetterà rigorosamente le norme legate al contenimento del Covid-19 tanto che gli atleti verranno sottoposti a controlli a campione e tutti, anche se in possesso del green pass, dovranno effettuare una serie di tamponi tra una gara e l’altra. Il tutto per non trascurare le norme di sicurezza e fare in modo che nel complesso di Monte Mixi a trionfare sia solo lo spettacolo offerto dal Brazilian Jiu Jitsu.

foto Sardegnagol riproduzione riservata