Scuole sicure a Nùoro: incontro al Ten.

Lunedì 23 maggio, al teatro Eliseo di Nuoro, con inizio alle ore 9, si terrà il convegno rivolto alle scuole cittadine “Io dico no alla droga, sì alla vita”, organizzato dal Comune di Nuoro e dal Comando di Polizia locale. L’incontro, a cui studenti e docenti parteciperanno sia in presenza che in modalità streaming, si pone nell’ottica di raccogliere i dubbi e le curiosità dei ragazzi per consentire alle istituzioni preposte di rispondere a ogni loro esigenza.

Saranno presenti il sindaco di Nuoro Andrea Soddu, il prefetto Luca Rotondi, il procuratore della Repubblica Patrizia Castaldini, il questore Alfonso Polverino, il comandante provinciale dei carabinieri Massimo Cucchini, il comandante provinciale della guardia di finanza Alessandro Ferri, l’assessora alle Politiche sociali Fausta Moroni, il comandante della polizia locale Gioni Biagioni,  la responsabile del Serd di Nuoro Rosalba Cicalò e gli educatori della comunità terapeutica S’Aspru di Siligo.

LEGGI ANCHE:  Tumore alla prostata: open weekend a Nuoro.

L’iniziativa rientra nel progetto “Scuole Sicure” 2021/2022” del ministero dell’Interno per la prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici che ha visto coinvolte le forze di polizia statali e la polizia locale di Nuoro, sotto il coordinamento della Prefettura. Il convegno è stato preceduto da una serie di incontri svolti nei mesi scorsi dalla polizia locale di Nuoro nelle scuole secondarie di primo e secondo grado durante i quali sono state affrontate le tematiche relative alle conseguenze che comporta l’assunzione di droghe.

“Un’iniziativa di importante utilità – afferma il sindaco Andrea Soddu –, portare negli istituti una formazione mirata a studenti e docenti, sulla prevenzione e i principali rischi connessi all’uso di sostanze stupefacenti, è sicuramente la strada migliore da percorrere nell’ottica di rendere le scuole un luogo sicuro per ragazzi, insegnanti e famiglie”.

LEGGI ANCHE:  Ballottaggi, l'affluenza alle 15: Quartu Sant'Elena 41,27%, Nuoro 43,38%, Porto Torres 46,45%.

“Puntare sulla prevenzione attraverso una corretta informazione”. Il prefetto Luca Rotondi afferma che “è questa la sfida delle istituzioni scolastiche, in prima linea con i docenti per aiutare i ragazzi a prendere piena coscienza dei grandi rischi connessi all’assunzione di sostanze stupefacenti”.

foto Sardegnagol riproduzione riservata