Scuola, incontro Bianchi-Vira: l’accoglienza degli studenti ucraini al centro del colloquio.

L’accoglienza nelle scuole italiane delle studentesse e degli studenti ucraini in fuga dalla guerra e la continuità didattica rispetto al percorso iniziato nel proprio Paese. Il supporto psicologico e il recupero della socialità anche grazie ad attività dedicate nel periodo estivo. Questi i temi al centro dell’incontro che si è tenuto ieri al Ministero dell’Istruzione tra il ministro Patrizio Bianchi e la viceministra dell’Educazione e della Scienza ucraina, Rogova Vira.

“Ho voluto testimoniare alla Viceministra la vicinanza e la solidarietà della scuola italiana. Il nostro Paese ha immediatamente accolto bambini e ragazzi nei nostri istituti – ha dichiarato il ministro Bianchi –. Continueremo a mettere in campo tutte le azioni necessarie, anche con il supporto e il coordinamento europeo e di realtà che stanno rafforzando il nostro impegno comune. Costituiremo un gruppo di lavoro tra i due Paesi affinché il contatto sia diretto e costante”.

LEGGI ANCHE:  Moratoria per aziende insolventi, Salvatore De Meo: "Il 44% delle imprese si è trovato nell'impossibilità di mettere in campo nuovi investimenti produttivi".

La viceministra Vira Rogova ha ringraziato la parte italiana per le opportunità offerte ai bambini ucraini di continuare i loro studi nelle istituzioni educative italiane e ha chiesto l’assistenza per risolvere una serie di ulteriori questioni legate all’organizzazione del processo educativo.