Sanità Regionale, M5S: “Nieddu si dimetta immediatamente”

“L’assessore Nieddu si dimetta immediatamente, serve un commissario per l’emergenza in Sardegna”. È la richiesta che avanzano i parlamentari del Movimento 5 Stelle Pino Cabras, Emanuela Corda, Elvira Evangelista, Emiliano Fenu, Paola Deiana, Gianni Marilotti, Ettore Licheri, Alberto Manca, Nardo Marino, Mario Perantoni, Lucia Scanu, e i consiglieri regionali Carla Cuccu, Alessandro Solinas, Michele Ciusa, Desirè Manca e Roberto Li Gioi.

Per gli esponenti del M5S: “Occorre agire subito. Per questo occorre che l’assessore Nieddu si faccia da parte e che di concerto con l’amministrazione regionale si nominino sia un commissario straordinario per l’emergenza in Sardegna sia un commissario speciale ad acta per gestire l’AOU di Sassari”.

Incalzanti anche le osservazioni che gli esponenti del Movimento 5 Stelle rivolgono all’amministrazione Solinas: “Nell’isola del ‘tutto sotto controllo’, cosa ha fatto l’assessorato regionale della Sanità tra il 21 febbraio (il primo caso a Codogno, in Lombardia) e l’8 marzo 2020 (con il Dpcm che ci ha fatto stare tutti a casa)? Era davvero tutto a posto, come diceva?”.

Polemiche pentastellate anche sul fronte delle carenze nelle comunicazioni da parte dell’ATS denunciate da diversi primi cittadini sardi: “I sindaci dichiarano di essere stati lasciati soli in merito alla positività dei propri concittadini al virus”.

Per gli esponenti del M5S “A questo si aggiunge l’imbarazzante caso dei test rapidi per scoprire la positività al virus, che l’Assessore Nieddu ha confermato di aver ordinato alla società Tema Ricerca srl, prenotazione che in realtà non sarebbe mai arrivata, secondo quanto spiegato dalla nota della legale rappresentante dell’azienda di Bologna”.

LEGGI ANCHE:  Piano Estate. Autorizzati più di 57.000 progetti in 3.119 istituti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.