Sanità, Gianfranco Ganau: “Liste d’attesa? Per l’ATS non esistono”.

Per Gianfranco Ganau, presidente del gruppo in Consiglio regionale del Partito Democratico, la delibera 505 del 6 agosto firmata dal commissario dell’ATS Sardegna, Giorgio Steri, costituirebbe un vero e proprio sperpero di risorse: “Appena ho letto la delibera sono restato basito. Ci sono cittadini che aspettano mesi per risonanze, tac, mammografie ed ecografie e l’ATS commissariata utilizza le risorse disponibili per mettere sotto contratto nuove strutture che erogano servizi non indispensabili, e certamente non legati alla liste d’attesa”.

“Si tratta di 984.824 euro di nuovi contratti per attività di odontoiatria, dermatologia, psichiatrica, neurologia, e via dicendo, tutte attività importanti ma del tutto slegate dalle liste d’attesa esistenti per esami diagnostici fondamentali che il pubblico non è in grado di erogare nei tempi di legge e per i quali serve la collaborazione delle strutture private accreditate già operative e dotate delle tecnologie necessarie”.

Una criticità che serve per la ‘stoccata’ del consigliere verso l’Azienda Tutela della Salute: “Per l’ATS Sardegna di Steri le liste d’attesa non esistono, tanto che solo 50.000 euro su 1 milione sono calcolate sulla base del contributo all’abbattimento delle liste ma in più si prende come riferimento le liste d’attesa del 2019, come se non esistessero i dati al 31 luglio molto più gravi e anche più attuali, dopo l’emergenza Covid-19″.

“Per questo – prosegue il presidente del gruppo PD – occorre che il commissario ATS ritiri la delibera per preservare le risorse insostituibili e destinarle ad un piano di contrasto alle liste d’attesa come quello fatto nel settembre 2018 e nel marzo 2019 (allora anche con le risorse non utilizzabili dal Policlinico Sassarese). Presenterò una breve interrogazione al presidente della Giunta e all’assessore alla Sanità per chiedere se siano a conoscenza della delibera ma mi aspetto un immediato intervento sul commissario dell’ATS perché torni sui suoi passi per fare qualcosa di utile a tutti cittadini sardi”.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata.

LEGGI ANCHE:  Riforma sanitaria, Pais: “Con il via libera del Consiglio si apre la stagione autunnale delle riforme”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.