Ritornano i ‘Tramonti di Porto Flavia’.

Dal primo agosto partirà la quarta edizione de “I Tramonti di Porto Flavia”, la rassegna dedicata alla musica di qualità organizzata in uno dei più suggestivi scorci della costa sud occidentale della Sardegna.

Due appuntamenti davanti allo scenario mozzafiato della miniera di Porto Flavia, nel Sulcis Iglesiente, dove mare e terra s’incontrano.

Dietro la direzione artistica del compositore e bandoneonista Fabio Furìa, la manifestazione quest’anno propone due concerti (l’1 e il 22 agosto) organizzati nel rispetto di tutte le normative di sicurezza imposte per il contenimento del covid 19.

Il primo appuntamento, sabato 1° agosto alle 20,30, è con “Enfant prodige”, una serata che vedrà sul palco il giovanissimo virtuoso dell’oboe Carlo Cesaraccio (già vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali) accompagnato dall’ensemble Ellipsis, composto da Alessandro Puggioni e Alessio Manca, al violino, Gioele Lumbau, alla viola, Francesco Abis, al violoncello.

LEGGI ANCHE:  Sassari, prorogata la mostra “Masticabrodo, PapèSatan e… abbozza!”.

La serata proporrà un repertorio raffinato e coinvolgente che ruota attorno alle sonorità dell’oboe per offrire un appassionante viaggio nel tempo capace di condurre l’immaginazione dell’ascoltatore tra i nobili di corte nei sontuosi palazzi settecenteschi.

“Las lagrimas de amor y popular anime” è invece il concerto in programma sabato 22 agosto (sempre alle 20,30) quando protagonista sarà il duo di caratura internazionale formato dal soprano Veronica Granatiero e dal chitarrista Luciano Pompilio. Brani da Almeida a Verdi, da Rossini a Giuliani, per ripercorrere il linguaggio universale dell’amore, della passione, dell’amicizia e della saggezza popolare, declinato nei secoli e negli stili, dal Barocco al belcanto, dalla samba al verismo.

LEGGI ANCHE:  Centenario Giovanni Verga, Nello Musumeci: "Occasione per valorizzare l'opera e i luoghi dello scrittore".

foto Cristian Strina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.