Riprogrammate le risorse per il Mandrolisai-Gennargentu: 9 milioni di euro contro lo spopolamento.

Dopo le risorse stanziate per i Comuni dell’Alta Marmilla la Regione interviene con risorse proprie per coprire gli interventi compresi nella Strategia nazionale aree interne (Snai) in favore dell’area del Gennargentu Mandrolisai. Lo ha deciso la Giunta regionale su proposta dell’assessore della Programmazione e Bilancio, Giuseppe Fasolino che ha individuato, nell’ambito delle risorse dedicate alla programmazione territoriale, le linee di finanziamento per interventi ritenuti strategici, per un importo complessivo di 8.965.300 euro.

Provvedimento, fanno sapere dalla Giunta, al quale seguirà l’approvazione dell’Accordo di Programma Quadro (APQ) tra l’Agenzia per la Coesione Territoriale, i Ministeri dell’Istruzione, Politiche agricole, Salute, Infrastrutture, l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro, Regione Autonoma della Sardegna e, appunto, la Comunità Montana Gennargentu Mandrolisai.

LEGGI ANCHE:  Concorsi scuola. Il Consiglio regionale approva l'ordine del giorno “Piga”.

“Consideriamo questa delibera un passo importante verso la rinascita di territori che soffrono di mali atavici quali spopolamento e isolamento e ora anche della crisi generata dal Covid. La Regione, con uno sforzo eccezionale di risorse, programmi e misure di carattere ordinario e straordinario, è impegnata a dare corso a tutte quelle iniziative che possono sostenere il tessuto economico sardo e accompagnare i territori verso la ripresa”, ha spiegato il Presidente della Regione Christian Solinas.

La Snai, in particolare, prevede la predisposizione di azioni per lo sviluppo locale e di rafforzamento dei servizi essenziali di cittadinanza (sanità, trasporti e istruzione).

foto Sardegnagol riproduzione riservata