Rimpasto di Giunta, Antonello Peru: “Non possono esistere intoccabili, soprattutto se le cose non funzionano come dovrebbero”.

Sale la febbre di rimpasto all’interno della maggioranza regionale, prevista, come emerso nel corso dell’ultimo vertice dei capigruppo a Villa Devoto, per la fine di giugno. Una corsa alle caselle della Giunta Solinas che oggi ha registrato l’intervento del consigliere regionale del gruppo UDC-Cambiamo, Antonello Peru, per il quale “non possono esistere intoccabili, soprattutto se le cose non funzionano come dovrebbero”.

“Come gruppo Udc Cambiamo! – prosegue Peru – abbiamo sempre messo al primo posto le esigenze della nostra terra e dei cittadini. Abbiamo sempre fatto mille passi indietro. Abbiamo sempre lasciato al Presidente la scelta sulle persone migliori a cui affidare ruoli e incarichi. Ma se qualcuno in maggioranza vuol far valere i numeri e vuole difendere posizioni acquisite allora, come dice giustamente l’onorevole Oppi, sappia che il nostro gruppo deve avere una giusta rappresentanza sia numerica che territoriale. Abbiamo risorse umane e professionali di altissimo livello che siamo a pronti a mettere a disposizione e non abbiamo soprattutto niente di meno di altre forze politiche, sia a livello quantitativo che qualitativo”.

LEGGI ANCHE:  Giunta: Predisposto schema misure economiche per famiglie e imprese

Un messaggio, per certi versi atteso, data l’insofferenza manifestata negli ultimi mesi dal gruppo consiliare, che lascia poco spazio all’interpretazione per il Presidente Solinas: “È evidente però che come gruppo UDC Cambiamo! dobbiamo avere un’adeguata rappresentanza numerica, territoriale e di qualità in giunta perché sono gli assessori e i rappresentanti negli enti quelli che devono declinare l’azione politica di una maggioranza”.

“Noi – conclude Peru – non siamo più disposti a tirarci indietro ma solo a fare passi in avanti con i nostri uomini e le nostre donne, per chiudere questa legislatura nella maniera migliore possibile, per la Sardegna e per i sardi”.

Foto Sardegnagol, riproduzione riservata