Riaprono i Musei Ferrari

I Musei Ferrari riaprono oggi al pubblico, in linea con le disposizioni governative. Dopo la chiusura straordinaria del 24 febbraio, decisa nel rispetto delle direttive della Regione Emilia-Romagna per contrastare l’emergenza sanitaria, il Museo Ferrari di Maranello e il Museo Enzo Ferrari di Modena sono stati preparati ad accogliere nuovamente i visitatori con una serie di misure studiate per tutelare il loro benessere e quello dello staff, che garantiscono un’esperienza di visita completa delle mostre “Ferrari at 24 Heures du Mans”, “Hypercars” e “Grand Tour”.

Oltre alle disposizioni previste dal recente decreto ministeriale, sono state introdotte delle ulteriori misure pensate appositamente per le due strutture museali e ispirate al programma “Back on Track” di Ferrari.

All’ingresso, ad esempio, a tutti i visitatori verrà misurata la temperatura attraverso un termoscanner. In caso di un valore superiore alla norma, sarà possibile ripianificare la propria visita. L’uso della mascherina sarà obbligatorio, a eccezione dei bambini minori di 6 anni, e coloro che ne sono sprovvisti possono riceverne una gratuitamente dal Museo. Un percorso contrassegnato da una segnaletica orizzontale aiuterà, inoltre, il visitatore a rispettare le regole di distanziamento interpersonale.

Anche in questa occasione Ferrari ha voluto dimostrare la propria gratitudine nei confronti del personale medico in prima linea nella lotta contro il Covid-19. Per tutto il 2020 gli operatori sanitari avranno infatti la possibilità di accedere gratuitamente ai Musei, mentre i loro famigliari usufruiranno di una tariffa agevolata.

foto Copyright Ferrari S.p.A

LEGGI ANCHE:  Primo Maggio 2020. Cagliari celebra Sant’Efisio nel silenzio della pandemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.