REACT-EU: 139 milioni di euro per l’occupazione giovanile.

L’Italia ha ricevuto oggi altri 1,5 miliardi di euro nell’ambito del programma REACT-EU per aumentare l’occupazione di giovani e donne, migliorare le competenze dei lavoratori e delle persone in cerca di lavoro e sostenere la sua ripresa economica. Fondi che vanno ad aggiungersi ai 4,5 miliardi di euro già erogati al nostro Paese.

Il nuovo finanziamento sosterrà la creazione di posti di lavoro nelle regioni meridionali , con 1,2 miliardi di euro destinati a ridurre del 30% gli oneri sociali dovuti dalle piccole imprese per i propri lavoratori. Il fondo sosterrà anche l’occupazione giovanile con 139,1 milioni di euro destinati alla riduzione degli oneri previdenziali a carico dei datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato nell’anno 2022 persone di età inferiore ai 36 anni. Di questa misura dovrebbero beneficiare più di 48.000 giovani.

LEGGI ANCHE:  Speculazioni sul prezzo del gas, Zdechovsky: "Prezzi ingiustificati".

88,5 milioni di euro saranno ancora destinati a ridurre (fino a 6.000 euro annui) gli oneri previdenziali a carico dei datori di lavoro che hanno assunto donne nell’anno 2022. Più di 54.000 donne dovrebbero beneficiare di questa misura.

Infine, quasi 280.000 euro del “ Fondo Nuove Competenze ” andranno a compensare le ore impiegate per l’acquisizione di nuove competenze green e digitali. L’intervento dovrebbe interessare circa 5.700 aziende.

“Grazie a questo nuovo finanziamento, le piccole imprese, i giovani e le donne in Italia potranno sfruttare nuove opportunità. Questo è un buon esempio del sostegno dell’UE ai suoi Stati membri attraverso incentivi per i datori di lavoro e la creazione di condizioni per la formazione dei lavoratori. Misure come quelle sostenute nell’ambito di questa proposta REACT-EU aiuteranno le imprese e i lavoratori italiani a stare al passo con il mercato del lavoro in rapida evoluzione”, ha dichiarato Nicolas Schmit, Commissario per l’occupazione e i diritti sociali.

LEGGI ANCHE:  REACT-EU: assegnati 11 miliardi di euro per il 2022.

foto Agenzia Coesione Territoriale