QFP, David Sassoli: “Indietro non si torna”

Lo scorso 15 maggio 2020 il Parlamento europeo ha adottato in seduta plenaria una risoluzione sul piano di rilancio europeo e sul QFP. Oggi il Presidente Sassoli ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito al piano di rilancio UE a seguito dell’incontro con il gruppo di contatto del QFP (Quadro Finanziario Pluriennale).

“Oggi ho avuto un colloquio proficuo con il gruppo di contatto del PE per il QFP. Abbiamo iniziato a valutare la proposta presentata dalla Commissione per il prossimo bilancio dell’UE e per un piano di rilancio europeo. Il Parlamento europeo accoglie con favore le proposte della Commissione ed è pronto a lavorare per migliorarle ulteriormente nelle prossime settimane”.

LEGGI ANCHE:  Bielorussia, violenze sulla popolazione civile. Morto il 31enne Raman Bandarenka.

“È chiaro – ha proseguito il presidente Sassoli – che non possiamo tornare indietro rispetto al livello di ambizione espresso nel pacchetto della Commissione. Ciò che sarà deciso nelle prossime settimane avrà un impatto sulla vita dei nostri cittadini negli anni a venire. Come rappresentante dell’unico organo eletto direttamente dai cittadini europei, il Parlamento europeo deve essere pienamente coinvolto nell’attuazione del piano di rilancio. Stabiliremo le priorità in modo che il sostegno sia diretto dove è maggiormente necessario e dove potrà avere un impatto maggiore per i cittadini europei. Dobbiamo fare in modo di non lasciare un peso sulle spalle delle prossime generazioni. Ora abbiamo la possibilità di progettare un’Europa nuova: più equa, più verde, più digitale e che sia proiettata verso il futuro. Per realizzare queste ambizioni, abbiamo bisogno dei mezzi adeguati”.

LEGGI ANCHE:  Ufficio di presidenza. Il PE al voto.

“Abbiamo l’opportunità di riformare le entrate del bilancio dell’UE. Per questo motivo, per noi, l’introduzione della voce sulle risorse proprie rimane un prerequisito essenziale per un accordo sul QFP. Abbiamo ancora bisogno di maggiore chiarezza da parte della Commissione su questo punto. L’Europa intera è stata investita dall’attuale crisi. Questo è il momento di impegnarsi per costruire un futuro sostenibile”.

Nel pomeriggio il Presidente Sassoli ha avuto uno scambio di vedute con il Presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, e la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen  in vista del prossimo Consiglio europeo del 19 Giugno, proprio in merito al QFP e al pacchetto costituito da NextGenerationEu. Nell’occasione David Sassoli ha ribadito che: “La posizione del Parlamento è che il pacchetto si può migliorare ma attenzione a non tornare indietro. Il dialogo tra le istituzioni europee in questo momento è particolarmente importante per dare una risposta rapida ai cittadini”.

LEGGI ANCHE:  Il Presidente dell'Azerbaigian ha visitato i territori nei distretti di Fizuli e Khojavend, dando avvio ai numerosi progetti di ricostruzione.

foto europarl.europa.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.