Premio GammaDonna 2021: menzione Speciale a Mariasole Bianco.

In occasione del Premio GammaDonna 2021, la Commissione europea assegnerà il prossimo 21 novembre, la Menzione Speciale per lo Sviluppo Sostenibile alla biologa marina Mariasole Bianco, fondatrice e presidente della onlus Worldrise.

Nell’ambito del premio che mira a ridurre il gender gap in campo socio-economico, la Commissione europea, partner istituzionale dell’evento, ribadisce il sostegno all’imprenditoria e al talento femminile, coniugando allo stesso tempo gli obiettivi di sostenibilità ambientale che sono in cima all’agenda europea.

“Con questo riconoscimento abbiamo inteso premiare il grande impegno di Mariasole Bianco, come imprenditrice e divulgatrice scientifica in prima fila sui temi della sostenibilità e del suo impatto economico e sociale legato agli ecosistemi marini – ha commentato Massimo Gaudina, Capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea. – Il suo lavoro si inserisce perfettamente nel quadro delle azioni di sostenibilità ambientale e di sviluppo che la Commissione europea porta avanti grazie al Green Deal Europeo e al piano straordinario Next Generation EU”.

LEGGI ANCHE:  Criminalità ambientale: approvati nuovi reati e sanzioni.

Grazie al suo lavoro, infatti, Mariasole Bianco contribuisce alla conservazione e valorizzazione dell’ambiente marino attraverso progetti creativi di sensibilizzazione ed educazione che coinvolgono in primo luogo i giovani studenti e neolaureati.

Per far fronte alle disuguaglianze di genere che impattano sulla vita sociale ed economica delle cittadine europee, la Commissione europea ha adottato una Strategia per la parità di genere 2020-2025. La strategia si pone numerosi obiettivi: dalla fine alla violenza di genere e la lotta agli stereotipi sessisti, al superamento del divario di genere nel mercato del lavoro, al raggiungimento della parità nella partecipazione ai diversi settori economici, alla riduzione del divario retributivo e pensionistico, e all’equilibrio di genere nel processo decisionale e nella politica. Su questa base, il 4 marzo 2021 la Commissione ha presentato una proposta di direttiva volta a rafforzare l’applicazione del principio della parità retributiva attraverso la trasparenza delle retribuzioni. Oltre alla trasparenza retributiva per i lavoratori e i datori di lavoro, la proposta si concentra anche su un migliore accesso alla giustizia per le vittime di discriminazioni retributive.

LEGGI ANCHE:  Presidente Ilham Aliyev: "L'Italia può ottenere il doppio del gas che riceve".

A sostegno dell’imprenditoria femminile, l’Unione europea supporta e finanzia azioni che favoriscano lo sviluppo e la crescita delle imprese guidate da donne, attraverso reti e scambio di buone pratiche. Tra queste, la piattaforma WEgate offre consigli su come avviare e potenziare un’impresa e accedere ai finanziamenti, nonché materiali di e-learning, opportunità di networking e informazioni sulle organizzazioni di sostegno in tutta Europa. Figura, poi, la comunità Women Business Angels for Europe’s Entrepreneurs, che aiuta le imprenditrici a trovare finanziamenti e presentare le loro idee a potenziali investitori. Questa comunità coopera con la rete WES, che promuove l’imprenditoria femminile a livello nazionale.

L’Unione europea, inoltre, assegna il Premio dell’UE per le donne innovatrici alle imprenditrici di maggior talento, nell’Ue e nei paesi associati al programma Orizzonte Europa, che sono riuscite a fondare un’impresa solida, apportando innovazione al mercato.

LEGGI ANCHE:  Erasmus+, programma inaccessibile. Parlamento europeo: "Servono procedure eque e trasparenti".