Politiche Giovanili, CNG: “Brescia, Pesaro e Taranto finaliste del Premio Città Italiana dei Giovani 2021”.

Brescia, Pesaro e Taranto. Queste le tre città finaliste del Premio Città Italiana dei Giovani 2021 promosso dal Consiglio Nazionale dei Giovani in collaborazione con il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale e l’Agenzia Nazionale per i Giovani. La città vincitrice sarà annunciata il prossimo mese di aprile nel corso di un evento che si terrà a Roma.

Città, come ricordato dalla Presidente del CNG, Maria Cristina Pisani, i cui progetti”sono risultati coerenti con la necessità di offrire ai giovani lo spazio e il supporto necessario per prendere parte attivamente ai processi decisionali del proprio territorio, come modello di buona prassi, trasferibile e replicabile”.

LEGGI ANCHE:  Ospedali. I capigruppo dell'opposizione scrivono al ministro Speranza: "Grave situazione nell'Isola e discrepanza dei dati comunicati al Ministero".

Premio che rappresenta per il Capo del Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale, Flavio Siniscalchi “il giusto riconoscimento per gli sforzi progettuali delle Città italiane, che hanno partecipato alla selezione, e del mondo delle associazioni giovanili, che si sono attivate per avviare, sul territorio, progetti innovativi inclusivi e resilienti, in grado di promuovere la partecipazione attiva dei giovani nei processi decisionali”.

Proposte progettuali che esprimono un segnale positivo da parte delle amministrazioni comunali verso le giovani generazioni come ricordato dalla direttrice dell’Agenzia Nazionale per i Giovani Lucia Abbinate: “Il Premio Città italiana dei Giovani 2021 è un abbraccio che unisce la comunità giovanile e le città in uno scambio reciproco e costruttivo. Da un lato questa importante opportunità permette ai giovani di essere veramente protagonisti e di fare rete all’interno dei territori, dall’altro consente alle città di essere migliorate e trasformate dalle visioni, dalle energie e dalle competenze dei giovani”.

LEGGI ANCHE:  Imprenditoria giovanile e Pnrr, Colao: "Prossimi 5 anni opportunità per i giovani"... ma solo per quelli con risorse proprie.

foto Sardegnagol riproduzione riservata