Parlamento e Consiglio raggiungono l’accordo sull’Anno europeo della gioventù.

La Commissione europea ha accolto con favore l’accordo politico raggiunto ieri sera dal Parlamento europeo e dal Consiglio per fare del 2022 l’Anno europeo della gioventù. Dopo l’annuncio della presidente von der Leyen nel suo discorso sullo stato dell’Unione 2021, la Commissione aveva presentato in ottobre la sua proposta formale per designare il 2022 Anno europeo della gioventù per i colegislatori.

Nell’occasione la ministra slovena dell’Istruzione Simona Kustec ha evidenziato che “la pandemia è stata particolarmente dura per i giovani” in molti casi privati dei “loro hobby e delle reti sociali”. I giovani, ha proseguito “meritano un Anno europeo che li metta sotto i riflettori e di essere ascoltati dai decisori dell’UE”.

LEGGI ANCHE:  Dipartimento per le Politiche Europee: lunedì un incontro con gli studenti sul futuro dell'Europa.

La Commissione, adesso, coordinerà per tutto il 2022 una serie di attività in stretto contatto con il Parlamento europeo, gli Stati membri, le autorità regionali e locali, i giovani e le organizzazioni giovanili nell’Ue.

Le iniziative sviluppate nell’ambito dell’Anno europeo della gioventù saranno sostenute da 8 milioni di euro da Erasmus+ e dal Corpo europeo di solidarietà. Verranno inoltre sostenuti altri programmi e strumenti dell’Unione contribuire in modo significativo agli obiettivi e alle attività dell’Anno. I giovani europei beneficeranno di molte opportunità per acquisire conoscenze, abilità e competenze per il loro sviluppo professionale e per rafforzare il loro impegno civico per plasmare il futuro dell’Europa.

foto, Fred MARVAUX Copyright© European Union 2021 – Source : EP

LEGGI ANCHE:  Avvelenamento di Alexei Navalny. Le dichiarazioni dell'Alto rappresentante UE.