Parità di genere: Poste Italiane si conferma tra le grandi aziende.

Le politiche di parità di genere e la trasparenza di Poste Italiane sono state premiate con la riconferma, per il terzo anno consecutivo, nel Gender-Equality Index (GEI) 2022, il principale indice internazionale di riferimento che valuta la qualità delle iniziative aziendali per l’eguaglianza e l’inclusione.

Nell’edizione 2022 Poste Italiane ha migliorato il suo risultato rispetto all’anno scorso, ottenendo una valutazione ben al di sopra del punteggio medio delle società valutate nel GEI. La valutazione ottenuta da Poste Italiane è il risultato dell’esame di cinque parametri: la leadership femminile e la valorizzazione dei talenti, la parità salariale, la cultura inclusiva, le politiche per la prevenzione e il contrasto di molestie sessuali e la riconoscibilità come brand che promuove la parità di genere.

LEGGI ANCHE:  Green pass. Arriva il nuovo gestore attese in 111 uffici postali della Sardegna.

“La rinnovata presenza di Poste Italiane nel prestigioso GEI di Bloomberg certifica la solidità del percorso avviato da anni per creare le migliori condizioni di parità e inclusività – ha sottolineato il Condirettore Generale, Giuseppe Lasco – Siamo orgogliosi per la nostra identità aziendale, da sempre caratterizzata da una forte presenza femminile, e continueremo a lavorare per assicurare un ambiente di lavoro libero da ogni forma di discriminazione e pregiudizio affinché ciascuno possa esprimersi al meglio, secondo gli obiettivi della Politica Diversity and Inclusion”.