Nùoro, si alla riduzione delle indennità, Soddu: “Nessun costo”.

La Giunta comunale di Nùoro dice si al taglio delle indennità di funzione. A confermarlo l’approvazione della delibera per la riduzione degli emolumenti rispetto all’aumento stabilito nella legge regionale di Bilancio del marzo scorso, che a sua volta ha adottato i parametri introdotti dall’ultima legge di Bilancio approvata dal Parlamento.

La norma, in particolare, prevede che l’indennità sia parametrata al trattamento economico complessivo dei presidenti di Regione, causando , così,un aggravio per le casse comunali che la giunta di Nùoro ha voluto evitare. Una parte dell’adeguamento, infatti, la dovrebbero coprire i Comuni stessi, attingendo le somme dal proprio bilancio. Per non pesare sulle casse comunali, la giunta ha quindi deciso di tagliare del 30 per cento le nuove indennità, in modo tale che per il Comune di Nùoro  l’adeguamento fosse a costo zero.

LEGGI ANCHE:  'Caso Sardara'. L'intervento della vice presidente Zedda: "Il presidente della Regione non deve e non può riferire niente al Consiglio in questa fase".

In virtù della legge, l’indennità del sindaco di Nuoro (prevista per i capoluoghi di provincia e in proporzione al numero degli abitanti) sarebbe dovuta passare a 9660 euro lordi. Grazie alla delibera approvata dalla giunta il primo cittadino percepirà invece circa 3000 euro in meno. Proporzionalmente, lo stesso taglio sarà applicato all’indennità del vice sindaco (che percepirà 5080 euro lordi), degli assessori e del presidente del consiglio comunale (4061 euro lordi).

“La giunta ha dato seguito a una legge approvata dalla Regione – afferma il sindaco Andrea Soddu -. Nel corso degli ultimi anni agli amministratori locali sono state attribuite sempre più funzioni  e competenze da cui discendono gravose responsabilità a cui non è mai corrisposto un adeguamento delle indennità. Dirò di più – aggiunge il primo cittadino -, a mio parere andrebbe adeguato anche il trattamento economico dei consiglieri comunali, una proposta di cui mi sono fatto portavoce anche durante le assemblee dell’Anci. Detto questo – continua Soddu -, ribadisco che neanche un euro del bilancio del Comune sarà impiegato per l’adeguamento delle indennità di funzione, ma verranno utilizzate solo le somme vincolate stanziate dalla Regione a tutti i Comuni sardi”.

LEGGI ANCHE:  Disagio Giovanile a Nùoro, Natascia Demurtas: "Basta passerelle, il comune pensi ai giovani".

Per coprire il costo la Regione ha trasferito al Comune di Nuoro circa 221 mila euro, cifra strettamente vincolata a tale finalità che, in quanto tale, il Comune non può destinare ad altri interventi.

foto Sardegnagol riproduzione riservata