Mondiali 2022 e Fair Play finanziario. Le decisioni dell’UEFA.

Il Comitato Esecutivo UEFA si è riunito oggi in videoconferenza e ha approvato una serie di misure temporanee di emergenza come integrazione al regolamento sulle licenze per club e sul fair play finanziario per tenere conto degli effetti negativi del COVID-19 sulle finanze dei club.

Le misure sono state sostenute all’unanimità da tutte le parti interessate all’interno del gruppo di lavoro d’emergenza UEFA sulle questioni legali, regolamentari e finanziarie, che comprende rappresentanti della UEFA, dell’ECA, delle Leghe Europee e della FIFPRO Europa.

Misure decise per garantire flessibilità e assicurare allo stesso tempo che i club continuino ad adempiere puntualmente ai loro obblighi riguardanti trasferimenti e stipendi; dare ai club più tempo per quantificare e contabilizzare le perdite di fatturato non previste; neutralizzare l’impatto negativo della pandemia consentendo ai club di adeguare il calcolo del pareggio di bilancio per le mancate entrate registrate nel 2020 e nel 2021, proteggendo allo stesso tempo il sistema da potenziali abusi; affrontare il problema attuale della carenza di entrate dovuta all’emergenza COVID-19 e non a una cattiva gestione finanziaria;

LEGGI ANCHE:  Le squadre bielorusse giocheranno in campo neutro nelle competizioni UEFA.

Per effetto dei punti decisi dall’UEFA tutte le società che partecipano alle competizioni UEFA devono dimostrare di non avere debiti scaduti per trasferimenti, dipendenti ed enti socio-fiscali legati a pagamenti da liquidare rispettivamente al 30 giugno e al 30 settembre; tutti i club che partecipano alle competizioni UEFA devono comunicare le informazioni relative ai movimenti per i trasferimenti al 30 giugno e al 30 settembre, in modo da consentire la verifica incrociata tra le informazioni e i debiti di altri club. 

Ancora è stato deciso che il termine ultimo per la registrazione dei giocatori alla fase a gironi delle competizioni per club UEFA 2020/21 è il 6 ottobre 2020. Di conseguenza, il Comitato Esecutivo UEFA ha invitato tutte le federazioni affiliate ad adottare una data finale compatibile per la prossima finestra di trasferimento estiva, con questa data fissata al 5 ottobre 2020.

LEGGI ANCHE:  UEFA. Roberto Rosetti spiega le nuove regole.

Il Comitato Esecutivo UEFA ha, inoltre, approvato le linee guida per i giovani calciatori che intendono contribuire a proteggere la loro salute e garantire la loro sicurezza sia durante gli allenamenti che durante le partite.

Nel corso dell’ultimo incontro è stata anche definita la procedura per il sorteggio delle qualificazioni alla Coppa del Mondo FIFA 2022. La procedura del sorteggio delle qualificazioni europee 2021/22 è stato approvato – in attesa della conferma finale della FIFA – e vedrà le squadre suddivise in dieci gruppi – cinque gironi da sei e cinque gironi da cinque – con partite in casa e in trasferta. Le dieci vincitrici dei gironi si qualificheranno direttamente, mentre le dieci seconde andranno agli spareggi insieme a due squadre provenienti dalla UEFA Nations League, per determinare le ultime tre nazionali europee qualificate alla Coppa del Mondo FIFA 2022.

LEGGI ANCHE:  "Unipol Domus". Cambia nome la Sardegna Arena.

foto copyright European Union

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.