Mediterraneo, Piero Fassino: “Rapporti tra parlamenti facilita soluzioni a problemi complessi”.

Si è svolto oggi in videoconferenza il Forum dei Presidenti delle Commissioni Esteri dei Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente, nell’ambito della 6ª edizione dei Mediterranean Dialogues, promossa dal Ministero degli Affari Esteri e dal Centro di ricerca Ispi.

“Tutti i Paesi – ha detto Piero Fassino, Presidente della Commissione Esteri della Camera dei deputati –  che si bagnano sulle due sponde nel bacino Mediterraneo hanno sempre più problemi comuni a cui dare soluzioni comuni: sconfiggere la pandemia da Covid-19, sedare i conflitti con soluzioni di pace negoziate, gestire insieme e in sicurezza i flussi migratori, salvaguardare il Mar Mediterraneo dalle conseguenze del cambiamento climatico, promuovere investimenti per creare sviluppo e lavoro. Su tutti questi temi può venire un prezioso contributo da una cooperazione interparlamentare che accompagni e affianchi le relazioni intergovernative”.

LEGGI ANCHE:  Camera dei deputati, occupazione giovanile. Audizioni in Commissione Lavoro.

Al Forum sono intervenuti i presidenti delle Commissioni Esteri di Algeria, Bahrain, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Francia, Giordania, Grecia, Israele, Libano, Malta, Marocco, Oman, Qatar, Yemen, Spagna, Russia, Tunisia, Turchia.

“In politica estera – conclude Fassino – il dialogo multilaterale è un utile strumento per la gestione dei temi complessi, tanto più di fronte a conflitti che si protraggono da troppo tempo”.

foto Manfred Heyde