Medicinali online: in aumento le segnalazioni di prodotti contraffatti acquistati da canali non autorizzati.

Aumentano gli acquisti di medicinali da canali online non autorizzati. E’ quanto rilevato dall’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) alla luce dell’incremento delle segnalazioni ricevute da cittadini, Associazioni e Aziende, di prodotti acquistati attraverso il web, risultati falsificati o illegali.

Tra i casi più recenti, ricorda l’Agenzia, rientrano la falsificazione della crema Somatoline, preparato dermatologico con attività anticellulite, e del Cialis, medicinale indicato nel trattamento delle disfunzioni erettili. Entrambi pubblicizzati online.

Grazie alla consolidata collaborazione tra AIFA ed eBay tutte le offerte relative al Somatoline sono state prontamente rimosse dalla piattaforma e-commerce.

Un atteggiamento prudente, evidenzia l’AIFA, è ancor più indispensabile alla luce dell’attuale quadro legato all’emergenza COVID-19 che potrebbe determinare, come registrato in alcuni paesi extra europei, l’offerta online di vaccini anti COVID-19 illegali e privi di qualunque garanzia rispetto a qualità, efficacia e sicurezza e, dunque, potenzialmente molto pericolosi.

LEGGI ANCHE:  Comirnaty: l'AIFA approva la dose booster per la fascia di età 12-15 anni.

Per evitare di incorrere in truffe e raggiri sul web la regolamentazione vigente in Italia in materia ricorda che la vendita online dei prodotti medicinali, che richiedono la prescrizione medica, non è consentita.

La vendita online è possibile solo per i farmaci senza obbligo di prescrizione, i cosiddetti  SOP, che comprendono i farmaci da banco, anche detti OTC (Over The Counter), che sono medicinali da automedicazione e che come tali vengono indicati solitamente per disturbi di lieve entità. Un bollino sulla loro confezione, ribadisce la normativa nazionale, li rende facilmente riconoscibili.  

Foto di Pexels da Pixabay