Commissione UE: “Vietare prodotti a base di tabacco riscaldato”.

Oggi la Commissione europea ha proposto di vietare la vendita di prodotti a base di tabacco riscaldato aromatizzato nell’UE. Proposta promossa in risposta al notevole aumento dei volumi di prodotti del tabacco riscaldati venduti in tutta l’UE. Incrementi, secondo un’indagine della Commissione, tali da superare il 2,5% delle vendite totali di prodotti del tabacco. 

Per Stella Kyriakides, Commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, la rimozione dal mercato del tabacco aromatizzato riscaldato porterà alla creazione di una “generazione libera dal tabacco e con meno del 5% della popolazione che utilizza tabacco entro il 2040. Con nove tumori polmonari su dieci causati dal tabacco – prosegue l’esponente della Commissione von der Leyen -, vogliamo rendere il fumo il meno attraente possibile per proteggere la salute dei nostri cittadini e salvare vite umane”. 

LEGGI ANCHE:  QFP, Sassoli: "Il Parlamento europeo lavorerà in modo costruttivo per difendere cittadini e imprese".

La proposta sarà ora sottoposta all’esame del Consiglio e del Parlamento europeo ed entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale. Gli Stati membri avranno otto mesi per recepire la direttiva nel loro diritto nazionale e, dopo i tre mesi aggiuntivi di transizione, le disposizioni inizieranno ad applicarsi.