Lingua blu, 7,1 milioni per il comparto ovicaprino sardo.

Con una delibera approvata oggi, la Giunta regionale ha dato il via libera alle direttive di attuazione degli interventi di ristoro per le aziende del comparto ovicaprino per i danni causati nel 2021 dal virus della lingua blu, per i quali sono stati stanziati 7 milioni e 100mila euro.

Secondo dati epidemici, registrati dall’Osservatorio epidemiologico veterinario regionale, al 31 dicembre del 2021 in Sardegna si contavano 2812 focolai attivi, 12 sospetti e 458 estinti su tutto il territorio, con 116.205 casi accertati e 39.060 capi morti a causa della malattia. Una piaga per il settore che ha interessato 3.270 allevamenti con una consistenza totale di 1.180.352 capi.

LEGGI ANCHE:  Paesaggio, Ministero Cultura. Menzione per il progetto Longevitas Mandrolisai.

“È un primo sostegno, concreto e tempestivo – commenta il presidente della Regione, Christian Solinas – a favore di un settore che più di altri sta pagando il rincaro incontrollato delle materie prime e dei costi energetici. Continueremo a fare la nostra parte fino in fondo, ma queste certezze devono arrivare grazie a un intervento straordinario dello Stato che metta nel conto anche i costi derivanti dallo strutturale svantaggio geografico dovuto all’insularità”.

foto di RitaE da Pixabay