Le nuove misure anti-Covid, Vincenzo De Luca: “Una confusione indescrivibile, ingestibile e incontrollabile.

Al di là delle misure relative a tamponi e tempi di quarantena che prendono atto della realtà di fatto, le misure del Governo per l’emergenza Covid, approvate ieri nel corso dell’ultima seduta del Consiglio dei ministri, appaiono del tutto insufficienti per il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

“Si prosegue – dichiara De Luca – sulla linea delle mezze misure e del tempo perso, e contemporaneamente, di una confusione indescrivibile, ingestibile e incontrollabile. Non si riscontrano decisioni utili e ragionevoli per frenare il contagio, senza penalizzare né i vaccinati né l’economia – ha proseguito il Presidente della Regione Campania -. E’ indispensabile decidere subito l’obbligatorietà della vaccinazione, o, comunque, un lockdown per i No-Vax lungo, serio e controllato”.

LEGGI ANCHE:  Leu Sardigna: "Totale disinteresse politico della Regione rischia di far scomparire il Trenino Verde della Sardegna”.

“C’è un punto limite oltre il quale la quantità di contagi può portare al collasso degli ospedali. Già registriamo questa tendenza, soprattutto perché il personale a disposizione è inferiore a quello di un anno fa. Ricordo, inoltre, che un anno fa, per fronteggiare l’emergenza si decisero chiusure drammatiche di reparti ordinari. E’ questa la prospettiva che dobbiamo scongiurare oggi”, ha concluso De Luca.

foto Regione Campania