Lavori pubblici, Trasversale Oristano-Tortolì: Frongia scrive all’ANAS

Progettare il tratto della Trasversale Sarda che collegherà Oristano a Tortolì e rivedere i tracciati di alcune importanti arterie della Sardegna. È il contenuto della lettera inviata dall’Assessore dei Lavori Pubblici Roberto Frongia all’indirizzo dell’Amministratore delegato di Anas Massimo Simonini, attraverso cui l’esponente della Giunta esorta Anas ad attivare – oltre a una serie di interventi per la messa in sicurezza di 6 Strade Statali – la progettazione della Trasversale Sarda che collegherebbe le coste Ovest ed Est della Sardegna.

L’obiettivo è quello di creare una connessione veloce e sicura tra Oristano e Tortolì mettendo direttamente in comunicazione la SS 131 alla SS 125 senza necessariamente passare, come avviene oggi, da Nuoro o da Cagliari. La Trasversale sarda inciderebbe positivamente sui tempi di percorrenza, rappresenterebbe il massimo della sicurezza stradale e garantirebbe il miglioramento delle connessioni del versante Sud del Gennargentu.

LEGGI ANCHE:  Sassari-Alghero, approvato il progetto esecutivo.

L’Assessore Frongia ha anche chiesto ad Anas di avviare una intensa attività di progettazione per interventi di adeguamento, razionalizzazione, implementazione della rete viaria e in particolare di alcune strade statali che mantengono ancora il loro impianto originario, in alcuni casi addirittura Ottocentesco, risultando inadeguate per livelli di sicurezza, geometria e tracciato alle esigenze attuali. Si tratta delle Strade Statali 126 tra Iglesias e Sant’Antioco; 129 bis e 129 nel tratto tra Bosa e la Strada Statale 131 Dcn; 128 bis tra Mores e Iscra; 292 tra Oristano e Alghero; 389 tra Nuoro e Monti e la prosecuzione fino alla nuova Strada Statale Sassari-Olbia; 130 nel tratto tra Decimomannu e Iglesias.

LEGGI ANCHE:  Giunta: sì all'acquisto di nuovi alloggi nel Comune di Sassari.

“Ci siamo dati come obiettivo quello di completare e adeguare la rete stradale della Sardegna garantendo una viabilità adeguata, efficiente, sicura e capillare – spiega l’Assessore Frongia – Fino a ora le risorse stanziate sulle Strade Statali sono state indirizzate prevalentemente all’efficientamento della rete portante del sistema viario della Sardegna che collega i capoluoghi di provincia alle porte di accesso dell’Isola. È tuttavia necessario – continua l’esponente della Giunta – programmare interventi di adeguamento e di sviluppo di itinerari ritenuti di collegamento delle aree intere o periferiche con le direttrici principali Consideriamo lo sviluppo di questi itinerari – conclude Frongia – fondamentale per il superamento delle condizioni di deficit infrastrutturale e per ottenere efficienza, fruibilità e sicurezza della rete viaria, condizione irrinunciabile per garantire un equo e distribuito sviluppo economico della Sardegna”.

LEGGI ANCHE:  Monitoraggio della spesa nei lavori pubblici, Solinas: "Rigore sulla spesa pubblica".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.