La Todde inizia la sua campagna da Nùoro. “E’ il momento del noi. La Destra ha governato male”.

Parte ‘ufficialmente’ da Nùoro la campagna elettorale di Alessandra Todde. Dal palco dell’Exmè, questo fine settimana, la candidata del Campo largo ha ribadito, insieme alle 12 forze politiche a sostegno della sua candidatura, quanto anche le pietre dell’Isola ormai sanno. L’esperienza di Governo di Christian Solinas ‘& soci’ nel corso della XVI Legislatura ha rappresentato l’ennesima occasione persa per la Sardegna.

Parere condiviso dai circa 1500 partecipanti all’incontro nella struttura di Piazza Goffredo Mameli. “È il momento del Noi quando parliamo di chi è il nostro avversario, prendendone le distanze e offrendo alternativa. Una destra che ha governato malissimo, che ha fatto il male dei sardi, che ha riportato indietro di anni l’isola, che l’ha immobilizzata, che ne ha fatto un deserto. La peggior giunta che la Sardegna abbia mai avuto. Loro – ha dichiarato Alessandra Todde – vogliono governarla ancora, tutelando i soliti noti, i soliti pochi. Noi vogliamo cambiare tutto. È il momento del Noi quando parliamo di questione morale. È il momento del Noi quando parliamo di Futuro. Perché mai come oggi abbiamo bisogno di visione, di speranza, di prospettive, di concretezza. Noi abbiamo un progetto e una visione per i prossimi vent’anni. La Sardegna non deve solo ripartire, deve trovare la forza di rifondarsi. Siamo pronti a metterci testa cuore passione e coraggio, perché il cambiamento deve partire da noi. Insieme. È il momento del Noi quando parliamo di Sardegna. Una Regione che metta al centro le persone, i loro interessi, i loro bisogni. Una Regione che sappia rispondere alle paure e alle richieste dei sardi e delle sarde. Una Regione per i tanti, non per i pochi. La Sardegna del NOI, non dell’IO. Insieme vinciamo. Uniti vinciamo”.

LEGGI ANCHE:  La replica di Paolo Truzzu alla Todde: "Crescita, altro che 'città dimenticata".