La nuova Ordinanza di Solinas: via alle riaperture nell’Isola.

Con il ritorno alla classificazione dell’Isola in zona bianca oggi il Governatore Christian Solinas, attraverso l’Ordinanza 21, ha aggiornato le disposizioni per le riapertura delle nuove attività nel territorio regionale. Per effetto del provvedimento riaprono – fino al 15 giugno – i parchi tematici e di divertimento, le attività di spettacolo viaggiante, parchi avventura e centri d’intrattenimento per famiglie. Analoga riapertura anche per le piscine al coperto – ma con un numero di presenze contemporanee non superiore ad una persona ogni 40 metri cubi d’aria – per i centri benessere e termali e le feste private all’aperto e al chiuso, rispettando il limite del numero di presenze contemporanee non superiore ad una persona ogni 20 metri cubi d’aria ed un tasso di ricambio dell’aria non inferiore a 0,5.

Torna anche la possibilità di somministrare alimenti e bevande al chiuso, purché sia garantito il limite di presenze contemporanee non superiore ad una persona ogni 20 metri cubi d’aria. Un bicchiere mezzo pieno per bar e ristoranti, costretti a lavorare a regime ridotto e con un numero di coperti decisamente limitato rispetto alla capienza totale.

LEGGI ANCHE:  300mila euro per l'educazione allo sviluppo sostenibile.

Riaprono anche le fiere, comprese sagre e fiere locali, le sale giochi, scommesse e sale bingo, i centri culturali, centri sociali e centri ricreativi. Via libera anche per i corsi di formazione in presenza.

Luce rossa invece per le discoteche, per le quali bisognerà attendere l’esito della valutazione del Comitato tecnico scientifico.

Dal calcolo delle persone presenti nelle attività oggetto della riapertura si dovranno escludere i vaccinati (doppia inoculazione Pfizer, Moderna, Astrazeneca e singola con Janssen), coloro che hanno superato l’infezione da Covid-19 da non oltre sei mesi e chi si è sottoposto a un tampone molecolare o antigenico con esito negativo da non oltre 48 ore. Una procedura che di fatto istituisce una sorta di ‘green pass’.

LEGGI ANCHE:  Rapporto AlmaLaurea: "Il sistema non promuove i laureati".

Restano ferme, inoltre, le disposizioni in materia di distanziamento personale, utilizzo delle mascherine ed
igienizzazione con apposite soluzioni idroalcoliche delle mani, di disinfezione delle superfici e degli oggetti di qualsiasi esercizio o locale aperto al pubblico.

foto Sardegnagol riproduzione riservata