Insularità, Lai (Pd): nessun rischio sulla attuazione della normativa in legge di bilancio.

“La normativa sulla insularità non corre alcun rischio: la commissione bilancio ha già analizzato le osservazioni della Ragioneria Generale dello Stato, alcune le ha accolte, altre ha ritenuto non fossero condivisibili, e quella riguardante l’emendamento 143.01 è tra queste ultime”. A rassicurare gli animi è stato oggi il deputato del Partito Democratico, Silvio Lai, primo firmatario dell’emendamento approvato nella legge di bilancio.

“La proposta della Ragioneria riguardava lo spostamento dal Mef alla Presidenza del Consiglio dei Ministri del Fondo nazionale per il contrasto degli svantaggi derivanti dall’insularità per facilitare l’utilizzo del Fondo in ragione dell’assenza di norme attuative. In realtà al Fondo possono confluire nuove o preesistenti risorse nazionali ed europee che devono essere finalizzate attraverso le indicazioni che emergeranno dalla Bicamerale e che diventeranno legge del Parlamento. Per questo la Commissione ha ritenuto, come in altri casi nello stesso documento, di non raccogliere la proposta della Ragioneria e mantenere la volontà politica espressa dai gruppi parlamentari. L’auspicio – ha concluso l’esponente dem- è che l’istituzione della bicamerale avvenga nel più breve tempo possibile perché i Livelli Essenziali delle Prestazioni per le regioni insulari nel campo dell’istruzione, della sanità , delle infrastrutture e dei trasporti come degli obblighi dello Stato in materia di giustizia e sicurezza emergano in maniera vivida e chiara e trovino soluzione”.

LEGGI ANCHE:  Liberazione Gorizia e fine occupazione truppe di Tito, Bernardis: "Insegnamento per i giovani".