Immobiliare. In calo le vendite in 13 Paesi dell’Ue.

Nel 2023, il numero di transazioni immobiliari è diminuito in 13 Paesi dell’UE, rispetto al 2022. Le maggiori diminuzioni nel numero di transazioni nel 2023, reca l’ultima indagine dell’Eurostat, sono state registrate in Lussemburgo (-43,3%), Austria (-26,4%), Ungheria e Finlandia (ciascuna -24,5%). Al contrario, sono stati registrati aumenti a Cipro (+31,0%), Polonia (+3,9%) e Irlanda (+0,6%).

L’anno prima, nel 2022, 10 dei 16 Paesi segnalanti hanno registrato diminuzioni nel numero di vendite. La diminuzione maggiore è stata registrata in Danimarca (-24,8%), mentre il numero di vendite è aumentato maggiormente a Cipro (+27,4%).

LEGGI ANCHE:  Nicaragua, UE: "Violazione libertà di espressione".