Il rapporto della Missione OSCE in Ucraina: “375 violazioni del cessate il fuoco nelle regioni di Donetsk e Luhansk”.

Continuano le violazioni del cessate il fuoco nelle regioni di Donetsk e Luhansk in Ucraina, secondo quanto rilevato nel corso delle operazioni di monitoraggio della Missione OSCE in Ucraina.

Nella regione di Donetsk, tra l’11 e il 13 febbraio, la Missione ha registrato 261 violazioni del cessate il fuoco, di cui 50 esplosioni, mentre nella regione di Luhansk, sono state individuate ben 114 violazioni. Ad essere colpito un drone (UAV) nella regione di Kalmiuske (Donetsk) non controllata dal Governo ucraino.

La libertà di movimento della Missione, si legge nel rapporto, ha continuato a essere limitata da formazioni armate vicino a Kreminets nella regione di Luhansk.

LEGGI ANCHE:  ENAC. Disposto il divieto di sorvolo dell'Ucraina.

Oggi, il Preisdente dell’OSCE, Zbigniew Rau, si recherà a Mosca per incontrare il ministro degli Affari esteri della Formazione Russa, Sergey Lavrov, con il quale si discuterà del rafforzamento della cooperazione tra l’OSCE e la Federazione Russa, e della necessità di allentare le tensioni nelle regioni monitorate dall’OSCE.

Il Presidente, nel corso della visita nella capitale russa, sarà accompagnato dall’ambasciatore Mikko Kinnunen, Rappresentante Speciale in Ucraina, e del Gruppo di Contatto Trilaterale.

Zbigniew Rau, foto OSCE/Micky Kroell