Il Gal Logudoro verso la creazione dei club di prodotto.

Dopo aver lasciato alle spalle le sessioni online, il percorso partecipativo verso la creazione dei Club di Prodotto del GAL Logudoro-Goceano ha ripreso a pieno ritmo le proprie attività, con gli incontri a Thiesi, Ozieri e Bono, con l’obiettivo di superare l’atteggiamento individualista che spesso rappresenta il più grosso deterrente per lo sviluppo di un territorio che vorrebbe fare sistema.

Gli operatori, nel corso degli incontri, hanno avuto la possibilità di confrontarsi con gli esperti per approfondire gli aspetti tecnici legati alla composizione delle reti, alla loro gestione e promozione. Si è parlato di statuto, di disciplinari, di regole d’ingaggio per favorire l’aggregazione, chiave di volta per far diventare il territorio una destinazione turistica coesa.

Incontro GAL Logudoro-Goceano
Incontro GAL Logudoro-Goceano

“Nella filosofia della rete c’è la necessità di conoscersi, di condividere motivazioni e tracciare insieme l’iter verso l’obiettivo prefissato. C’è la consapevolezza che è arrivato il momento di elaborare tutti insieme una strategia di comportamenti e azioni strettamente collegati tra il privato e il pubblico da un lato e tra gli individui con le comunità dall’altro – ha affermato il presidente del GAL – Sicuramente, in questo modo, la sostenibilità entrerà pienamente a far parte delle nostre vite. È con l’innovazione sociale che si crea valore”.

LEGGI ANCHE:  Il bilancio delle USCA nel nuorese.