Il Cagliari verso la sfida salvezza alla Dacia Arena, Mazzarri: “Centrare l’obiettivo ad ogni costo”. Cioffi: “I Sardi verranno agguerriti”.

Un Cagliari che non segna da tre giornate, si avvia verso la ‘sfida salvezza’ della Dacia Arena contro l’Udinese di Gabriele Cioffi. Una partita, come ricordato dalla drammatica posizione di classifica dei rossoblù, fondamentale per la volata finale del campionato. All’andata contro l’Udinese, i sardi rimediarono un sonoro 4-0 casalingo: risultato indelebile nella gestione del tecnico Walter Mazzarri: “In occasione della sconfitta nella gara di andata toccammo il fondo, quella batosta ci servì per risalire già dalla sfida contro la Juventus, anche se poi la svolta arrivò con l’inizio del girone di ritorno. Quei cazzotti furono utili. Dobbiamo però guardare avanti – ha proseguito Mazzarri – e centrare l’obiettivo ad ogni costo”.

LEGGI ANCHE:  Roberto Muzzi 'torna' al Cagliari.

Una partita dove non mancherà di farsi sentire la pressione del gruppo squadra per la mancanza di risultati ottenuti nelle ultime giornate : “Non è un periodo molto fortunato dal punto di vista realizzativo, spesso sbagliamo l’ultimo passaggio. Ci aspettano 8 gare di campionato e andranno affrontate tutte come delle finali”.

Walter Mazzarri, video canale youtube Cagliari Calcio

Buone notizie, invece, arrivano da Marko Rog come evidenziato dal tecnico livornese: “Come ho avuto modo di dire nelle scorse settimane, riavere Rog è molto prezioso per tutto il gruppo. Lo possiamo portare in panchina e potrebbe anche giocare uno spezzone di partita”.

Verso il forfait, invece, Pavoletti e Marin causa coronavirus. Mentre a centrocampo dovrebbero rivedersi Grassi, Deiola, Dalbert Lykogiannis e Bellanova. Grande attesa ritestare la vena realizzativa di Gaston Perreiro e Joao Pedro. Nelle retrovie, con molta probabilità, si andrà a delineare il trio Lovato-Altare-Goldaniga davanti a Cragno.

LEGGI ANCHE:  Sfida all'Olimpico, Walter Mazzarri: "La mia prima verifica".

In casa friulana, notizie positive anche per il ritorno, dopo una discreta assenza, di Nuytinck, mentre Cioffi, in difesa, dovrà fare a meno dello squalificato Marì e dell’infortunato Perez. Assenza che non sembra impensierire il tecnico dell’Udinese: “Quello che ci diciamo tutti giorni è che noi non abbiamo undici titolari. Siamo un gruppo pieno di risorse e, se manca un elemento, gioca un altro ed io non batto ciglio”.

Una sfida, quella di domani che si prevede ‘agguerrita’ eufemisticamente parlando secondo l’allenatore dei friulani: “Il Cagliari è una squadra che ha ritrovato energia e vitalità fisica abbinate ad un buon equilibrio. Non so se sarà una partita bloccata ma sono certo che verranno ad Udine agguerriti e troveranno un’Udinese altrettanto agguerrita: avranno pane per i loro denti”. Sulla sfida dell’andata contro i sardi, Cioffi ha poi chiesto a tutti di archiviare ogni ricordo: “Per quanto riguarda la partita di andata, è il passato e va dimenticata alla svelta. Ci aspettiamo una squadra vogliosa di far bene e di raccogliere punti”.

LEGGI ANCHE:  Il Cagliari ultimo in classifica attende l'Atalanta, Mazzarri: "In questo momento paghiamo tutto".

foto Cagliari Calcio/Valerio Spano