Guerra in Ucraina. Lo “Zio Sam” non bada alle spese. Altri 325 milioni in armi.

L’amministrazione Biden ha annunciato, dopo gli oltre 2 miliardi di dollari della scorsa settimana, lo stanziamento di un nuovo pacchetto “di difesa” per l’Ucraina del valore di 325 milioni di dollari.

Dall’inizio dell’Amministrazione Biden (non si dica più che i guerrafondai americani siedono solo nelle fila dei Repubblicani) quest’ultimo contributo al constrasto della diplomazia in Ucraina rappresenta il quarantesimo finanziamento per gli arsenali ucraini.

Una nuova dotazione che vedrà, come sempre, l’invio di missili HIMARS, NASAMS, sistemi antiaerei Stinger, colpi di artiglieria da 155 mm e 105 mm, missili TOW, sistemi AT-4, oltre 22 milioni di munizioni per armi leggere e granate e attrezzature logistiche.

LEGGI ANCHE:  Ucraina, Musumeci: "Sicilia pronta a ospitare i profughi".

foto copyright European Union