Gli eventi della Sartiglia ai tempi del Covid.

Mostre, maratone live, concorsi d’arte e dibattiti. Questo il piano della Fondazione e del Comune di Oristano per tenere viva la tradizione della Sartiglia e non rinunciare all’appuntamento con la sua storia.

“Se i colori e i suoni, i riti e i momenti più intimi, così come le evoluzioni dei cavalieri e il bagno di folla sono sempre stati gli elementi caratteristici della Sartiglia, quest’anno con senso di responsabilità viriamo verso manifestazioni Covid-compatibili – spiega il Sindaco e Presidente della Fondazione Oristano Andrea Lutzu – Ci mancheranno il rullo dei tamburi e il suono delle trombe che scandiscono i gesti di Su Componidori. Ci mancherà l’eleganza del capocorsa e l’abilità dei sartiglianti lanciati al galoppo sui loro destrieri. E ci mancherà l’abbraccio degli oristanesi ai suoi eroi. Ma proprio perché tutte queste cose ci mancheranno Comune e Fondazione Oristano hanno voluto impegnarsi con delle iniziative che possono servire a promuovere la giostra e a farcela mancare un po’ meno”.

LEGGI ANCHE:  Caleidoscopi musicali. L'insegnamento della musica nella scuola

“In questi giorni la Sardegna è ancora soggetta alle misure anti Covid delle aree arancioni, tra qualche giorno dovremmo passare in area gialla e i luoghi della cultura potranno riaprire, ma l’esperienza di questi mesi ci ha abituato a repentini cambiamenti – osserva l’Assessore alla Cultura Massimiliano Sanna – Sulla base di queste considerazioni abbiamo pensato a organizzare iniziative compatibili con l’emergenza sanitaria. Per far respirare un clima di Sartiglia, anche se non ci saranno la sabbia per le strade e i cavalli a percorrerle, le vie della città ospiteranno le riproduzioni di opere sulla giostra di importanti artisti sardi: Carlo Contini, Mauro Ferreri, Antonio Marchi, Federico Fadda, Alfredo Tanchis, Antonio Vincenzo Tanda, Dino Fantini, Angelo Fodde, Michele Pau, Saverio Pala, Piermario Laddomata, Giorgio Farris”.

LEGGI ANCHE:  La cultura non si ferma in Sardegna.

Le attività previste nel calendario della Sartiglia 2021 inizieranno domani 5 febbraio con la mostra “Omaggio a Sa Sartiglia”, con l’affissione per le vie cittadine, delle riproduzioni di opere sulla giostra di importanti artisti sardi: Carlo Contini, Mauro Ferreri, Antonio Marchi, Federico Fadda, Alfredo Tanchis, Antonio Vincenzo Tanda, Dino Fantini, Angelo Fodde, Michele Pau, Saverio Pala, Piermario Laddomata, Giorgio Farris.