Giovani, Vincenzo De Luca: “Censimento PA poi concorso”.

“Mi sto battendo perché le forze politiche nazionali tutte assumano come obiettivo proprio quello di dare lavoro a 300mila giovani, diplomati e laureati, del Mezzogiorno d’Italia. Fino ad ora è stato assunto nel programma nazionale solo dal Pd l’obiettivo di creare 300mila posti di lavoro”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nel corso di una diretta Facebook.

“Qualche anno fa – ha proseguito De Luca – abbiamo varato un concorso come Regione Campania che ha dato lavoro alla fine a 3mila giovani che sono andati a lavorare presso i Comuni, giovani che erano destinati ad emigrare. Adesso ci si sta rendendo conto della necessità di arricchire la pubblica amministrazione di giovani. Questo è un obiettivo possibile per tutto il Mezzogiorno d’Italia e secondo noi si può arrivare oltre i 10mila posti di lavoro in Campania”.

LEGGI ANCHE:  Università, Maria Cristina Messa: "Investire nel welfare degli studenti".

“Se copriamo solo i posti di lavoro perduti per mancato turnover e se recuperiamo il divario fra Nord e Sud, noi recuperiamo decine di migliaia di posti di lavoro. Questo a mio parere è l’unico obiettivo che dobbiamo dare alle forze politiche per quanto riguarda il Sud. Negli ultimi 15 anni quasi un milione di laureati e diplomati se ne sono andati, è una migrazione biblica. Se lavorassimo secondo il metodo della Regione Campania potremmo cambiare la vita a 300mila giovani”.

“Fatto il censimento dei posti di lavoro disponibili – conclude – bisogna dare procedure e tempi eccezionali per fare il concorso con due prove scritte, togliendo l’orale. Se si lavora alla tedesca in un anno si mandano a lavorare 300 mila giovani”.

LEGGI ANCHE:  Slegali. La cucina per creare condivisione tra giovani.

foto Regione Campania