Gioco d’azzardo, inaugurata la nuova opera di Manu Invisibile “Realtà”.

Si intitola “Realtà” l’opera che lo street artist Manu Invisible ha voluto regalare alla città a conclusione del laboratorio svolto con 300 studenti durane la Settimana di Prevenzione del Gioco d’Azzardo patologico: 140 mq di murale realizzato nel mese di ottobre per “raccontare come la realtà non sempre ci appare come è veramente” secondo Manu Invisible.

“I nostri servizi stanno vendendo i genitori sempre più preoccupati perchè vedono i loro ragazzi più chiusi in camera con il telefono in mano, che anzichè studiare stanno ore o ore su internet, con la stessa compulsità con cui si usano le sostanze – ha spiegato Graziella Boi, direttrice del Dipartimento di Salute mentale DSMD -. Certi atteggiamenti sono sempre più associati all’uso e consumo di alcol, anche in solitudine e al gioco d’azzardo patologico”.

LEGGI ANCHE:  I dati del Covid nell'Isola: 2225 positivi e 7 decessi.

L’iniziativa, che si è svolta dal 3 all’8 ottobre in diversi centri della Sardegna (a Cagliari presso il Palazzo dei Congressi della Fiera della Sardegna dal 3 all’8, a Sassari il 6 e 7 e ad Olbia il 4 e 6 ottobre) per ricordare a tutti quanto sia importante “Non giocarsi la vita!”, è stata organizzata dal Dipartimento di Salute mentale DSMD- Zona Sud e dal Centro per il Trattamento dei Disturbi Psichiatrici correlati ad Alcool e Gioco d’Azzardo Patologico della ASL di Cagliari con il supporto di ARES Sardegna e il patrocinio del Comune di Cagliari, in collaborazione con l’Istituto comprensivo di via Stoccolma a Cagliari e l’Istituto comprensivo di Pirri 1 e 2.