Euratom: sostegno a scienziati e ingegneri ucraini.

La Commissione europea ha adottato recentemente la modifica del programma di ricerca e formazione dell’Euratom per il periodo 2021-2022, introducendo due nuove azioni a sostegno dei ricercatori stabiliti in Ucraina e di quelli sfollati a causa della guerra.

Saranno messi a disposizione del consorzio EUROfusion finanziamenti supplementari pari a 2,5 milioni di euro per fornire un sostegno specifico agli scienziati e agli ingegneri ucraini del settore della fusione, nonché per l’acquisto di attrezzature e hardware.

In secondo luogo, sarà avviata una nuova azione per l’innovazione, del valore di 10 milioni di euro, per migliorare la sicurezza dell’approvvigionamento di combustibile nucleare per 35 reattori energetici acqua-acqua progettati dalla Russia, i cosiddetti VVER, attualmente operativi sia nell’UE sia in Ucraina.

LEGGI ANCHE:  Festa dell’Europa, le iniziative del Ministero dell'Istruzione.

“Con questa revisione del programma di lavoro Euratom di ricerca e formazione – ha dichiarato Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani – aiuteremo i ricercatori in Ucraina e quelli sfollati dalla guerra a proseguire il loro importante lavoro di ricerca e innovazione nel settore nucleare. La modifica contribuirà inoltre a rendere più sicuro in futuro l’approvvigionamento di combustibile nucleare per i reattori VVER. Lavorando insieme possiamo apportare un importante contributo alla ricerca e all’innovazione nucleare dell’UE e dell’Ucraina”.

Il programma Euratom di ricerca e formazione (2021-2025) è un programma di finanziamento complementare a Orizzonte Europa per il miglioramento della sicurezza nucleare e della radioprotezione. Il programma ha un bilancio è di 1,38 miliardi di euro per il periodo 2021-2025.

LEGGI ANCHE:  Biden autorizza l'invio di nuove truppe in Europa.

foto Copyright: European Union