Emergenza abitativa a Nùoro, Giovani Democratici: “Politica locale assente”.

L’emergenza abitativa a Nuoro, secondo Michele Serra dei Giovani Democratici, continua a essere uno dei problemi più spinosi del capoluogo.

“È inaccettabile che nel 2021 assistiamo ancora impotenti a situazioni drammatiche, con famiglie che non hanno una casa dove vivere – denuncia Michela Serra – Soprattutto perché da tanti anni lo Stato si occupa attivamente della questione, con provvedimenti a favore dei comuni, volti a dare una risposta alla mancanza di alloggi per cittadini a basso reddito e volti al contrasto dei fenomeni di occupazione degli alloggi pubblici”.

“L’ ultimo episodio, riportato dalla stampa qualche giorno fa, vedeva coinvolta una famiglia di giovanissimi genitori, con una bambina di appena 8 mesi, in mezzo a una strada e senza un tetto dove vivere, che hanno deciso di occupare abusivamente l’ex casa del custode della scuola elementare di Furreddu a Nuoro”, ricorda Serra.

LEGGI ANCHE:  PD Sardegna: "Mancato inserimento bonus famiglie per centri estivi".

“A Nuoro – prosegue – negli ultimi anni sono spariti numerosi servizi. Tante famiglie sono disperate, senza più un reddito e senza possibilità di poter pagare le rate della casa. I  numeri sono emblematici: temiamo siano solo 1500, a fronte degli attuali alloggi che dispone il comune destinati all’emergenza abitativa. Dunque si conta 600 famiglie circa che sono ancora in attesa di una risposta e senza un alloggio”.

“Manca una politica locale mirata alla risoluzione di questo grave problema”, conclude l’esponente dei Giovani Democratici.