Elezioni del 25 settembre: sono 16 i seggi per la Sardegna.

La cura dimagrante del sistema bicamerale italiano, introdotta con la legge costituzionale 19 ottobre 2020, n. 1, porterà il nuovo Parlamento ad avere 400 deputati (prima erano 630) e 200 senatori elettivi (precedentemente 315). Nell’Isola saranno appena 16 i seggi disponibili, 9 in meno rispetto agli attuali 25. La ripartizione, ancora ufficiosa nell’Isola, vedrà probabilmente l’attribuzione di 4 seggi (su 11 disponibili) nei collegi uninominali (Cagliari, Carbonia, Sassari e Nuoro-Oristano) per l’elezione alla Camera dei deputati. Gli altri sette saranno assegnati in unico collegio proporzionale per tutta la Regione. Per il Senato, due seggi saranno attribuiti in due collegi uninominali (Cagliari, Sassari) e gli altri tre in un unico collegio proporzionale.

LEGGI ANCHE:  Consiglio regionale: respinta la mozione di sfiducia al presidente della Regione Cristhian Solinas.

Scadrà, invece, il 21-22 agosto il termine per la presentazione delle liste dei candidati. Tempi decisamente stretti per la selezione dei ‘papabili’ nell’Isola.

foto licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT