“Dioniso, il dio che si fece uomo”, il poema musicale dedicato al dio dell’estasi.

Dioniso il nato due volte, figlio del Re degli dei e della Principessa Semele. Dioniso, il dio dell’estasi che vive tra gli uomini e dona loro il conforto del vino. In sella a un ghepardo, con al seguito una corte di satiri, donne e guerrieri, diffonde ovunque vada la gioia dell’estasi. A lui è dedicato “Dioniso, il dio che si fece uomo”, il poema musicale della band dei VADE che andrà in scena in prima assoluta sabato 17 settembre alle ore 21 nel Teatro Massimo di Cagliari. 

L’opera, un atto unico di 50 minuti liberamente ispirato alle Metamorfosi di Ovidio e alle Baccanti di Euripide, è la narrazione in musica della storia del dio della vite, dalla nascita avvenuta in circostanze drammatiche fino al ritorno trionfale nella città di Tebe.

LEGGI ANCHE:  Programmazione territoriale, Fasolino incontra i sindaci del Meilogu-Villanova

Filo conduttore della trama è l’anelito alla piena libertà individuale che potrà essere raggiunta attraverso l’autoconsapevolezza e il superamento dei condizionamenti sociali. Dioniso è il gioioso latore di tale messaggio di speranza e salvezza simboleggiato dall’ebrezza del vino.

L’esibizione, in ossequio alla tradizione classica, sarà preceduta e conclusa dalle declamazioni dei Poeti del cenacolo letterario “Scriviamo con Carmen” Antonella Murgia, Erino Poli, Luana Minato, Antonella Marini, Giuseppe Secci, Paolo Frau, Rita Sanna Fleanna Lai, Michela Piras.

I VADE sono una band nata dall’incontro tra classicità e musica rock. “Dioniso, il dio che si fece uomo” è una coproduzione Ente Concerti Sardegna, Casa di Prometeo, in collaborazione con “Scriviamo con Carmen”, realizzata con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione di Sardegna, con il patrocinio del Comune di Cagliari.

LEGGI ANCHE:  Giovani storie sarde: Matteo, l'artista dei suoni.